Altri guai per la banda dei sudamericani. Contestato un secondo colpo fallito

BANCHE NEL MIRINO
Il colpo all’Unicredit di Como nel maggio del 2012 (che fruttò 150mila euro) e il tentato assalto al Credito Valtellinese sempre di Como. Si complica la situazione dei componenti della banda di sudamericani arrestati la scorsa settimana dagli uomini della Mobile. Le modalità identiche e le immagini dei circuiti di videosorveglianza hanno permesso di associare i due colpi, uno riuscito e l’altro no. Nei guai è finita una donna straniera, che avrebbe collaborato con i fermati, un venezuelano, un messicano
 e un colombiano. La modalità dell’azione era identica: mentre la donna distraeva uno dei cassieri lamentando il malfunzionamento del Bancomat, uno degli altri complici distoglieva l’attenzione del secondo addetto lasciando cadere a terra le banconote, mentre il terzo, in fila, iniziava a lamentarsi per l’attesa. L’ultimo del quartetto, approfittando della confusione, tentava infine di aggirare i box delle casse e di prendere il contante.

Mauro Peverelli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.