Anagrafe “negata” a un nigeriano, la protesta del legale

palazzo cernezzi, comune di como, anagrafe comune di como

«Non comprendo le ragioni per le quali una vicenda amministrativa come la semplice iscrizione anagrafica debba dipendere da una conferma dell’organo politico chiamato, credo, a ben altri compiti in tema di goveno della città». L’avvocato Antonio Lamarucciola è tornato ieri sulla vicenda del nigeriano a cui il Comune ha finora negato l’iscrizione all’anagrafe in applicazione del decreto sicurezza. Lamarucciola ha anche inviato ieri una mail certificata all’ufficio legale di Como chiedendo di conoscere i «tempi dell’adempimento dell’ordinanza del 17 luglio del Tribunale di Como».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.