Anche alla Ca’ d’Industria di Rebbio una “stanza degli abbracci”

Stanza Abbracci alla Ca' d'Inustria di Rebbio

Anziani e Covid, strategie per non lasciarli soli rispettando le norme di sicurezza per prevenire la pandemia. Da ieri pomeriggio alla Fondazione Ca’ d’Industria in via Varesina a Como è attiva la “Stanza degli abbracci”. Si tratta di una struttura gonfiabile, facilmente collocabile sia dentro sia fuori dagli edifici, all’interno della quale, in totale sicurezza, separati da una parete in Pvc, i familiari potranno incontrare e abbracciare i propri cari. L’iniziativa è del sindacato pensionati della Cgil che ha acquistato 14 strutture di questo tipo, una per ogni comprensorio territoriale (le 12 province più la Valcamonica e il Ticino Olona).


«Il nostro è un tentativo di “forzare la mano” – ha commentato il segretario generale dello Spi Cgil Lombardia Valerio Zanolla – affinché sia messo al centro il tema degli anziani, ormai da troppo tempo isolati nelle case di riposo. Da più di un anno, infatti, non possono incontrare o vedere in presenza i propri cari. La soluzione, ne siamo consapevoli, è il vaccino: infatti è fondamentale sia somministrato a tutti gli ospiti e gli operatori delle Rsa. Però, un abbraccio, seppur col limite della plastica, è un fatto eccezionale. La reazione delle persone, infatti, è commovente».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.