Anna Eleonora Giorgi, la stagione dei Giochi scatta da Grosseto

Anna Eleonora Giorgi (foto Colombo/Fidal)

Tre settimane di allenamento negli Stati Uniti e ora il rientro in Italia. Nel mirino i Mondiali a squadre di Minsk, in Bielorussia, e le Olimpiadi di Tokio. Eleonora Anna Giorgi è al lavoro per i grandi obiettivi della sua stagione 2020. La marciatrice comasca – medaglia di bronzo agli ultimi Mondiali di atletica nella prova sui 50 chilometri – ha fatto il punto della situazione sul sito della Fidal, la Federazione di atletica leggera.
Il primo annuncio riguarda l’esordio stagionale. Giorgi domenica 26 gennaio sarà a Grosseto al via nella “35 chilometri” nella prima prova dei Campionati di società di marcia.
Ai Mondiali a squadre (2-3 maggio) il suo impegno sarà nella “50 chilometri”, alle Olimpiadi (è in gara il 7 agosto a Sapporo) gareggerà sulla distanza di 20 chilometri, visto che la prova più lunga verrà quasi certamente esclusa dal programma dei Giochi.
«Quella di Minsk – ha spiegato – potrebbe essere la mia ultima uscita sui 50 chilometri, quindi vorrei abbattere il muro delle quattro ore, o almeno avvicinarlo. E invece alle Olimpiadi la speranza è riuscire a essere tra le migliori».
«Dalla 50 chilometri ho imparato che bisogna avere pazienza – ha detto ancora Anna Eleonora – Lo dice un tipo come me che ha sempre avuto un carattere impulsivo. Invece la 20 chilometri, che a questo punto sarà quasi certamente la distanza delle Olimpiadi, mi ha insegnato che bisogna restare concentrati, sempre, perché potrebbero cambiare il ritmo da un momento all’altro e ti ritrovi a inseguire».
Per la comasca non sarà la prima esperienza nella competizione a cinque cerchi.
«Non mi sembra vero che sia già arrivata la stagione olimpica e che siano passati 8 anni dalla ma prima presenza a Londra 2012. Ma adesso ci siamo e io credo di aver maturato tanta, tanta esperienza in questi anni. Mi tornerà utile, lo sento».
L’attesa per la cabiatese è grande. Giorgi, tra l’altro è stata eletta “Atleta dell’anno 2019 Fidal”, nel sondaggio indetto dalla Federazione atletica tra il pubblico dei profili social e una giuria di 75 esperti tra cui consiglio federale, direzione tecnica e giornalisti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.