“Anterem” arriva al numero 100

Vincenzo Guarracino

La storica rivista Anterem diretta da Flavio Ermini, che in 45 anni di attività ha rappresentato un punto di incontro di elezione tra filosofia e poesia, giunge al centesimo numero e chiude però i battenti.
«Esprimiamo gratitudine ai filosofi, ai poeti, ai prosatori, ai saggisti e ai traduttori di “Anterem”, che hanno contribuito in modo determinante ad arricchire l’intenso e costante dialogo tra pensiero e poesia che ha caratterizzato e reso speciale la rivista. Questo dialogo potrà continuare nel periodico on line “Carte nel vento”», si legge in una nota ufficiale sul sito.
Il patrimonio che “Anterem” rappresenta non andrà però per fortuna perduto: sarà interamente riversato, in accordo con Flavio Ermini, fondatore e direttore, nell’attività di una nuova casa editrice.
È stato inoltre potenziato il Premio Lorenzo Montano che era una delle anime della rivista stessa e tutto quello che gli gravita intorno; Ermini rimarrà presidente onorario dell’associazione Anterem, da cui tutto origina.
Da rimarcare la presenza di autori comaschi e insubrici nel centesimo numero che è da considerarsi a tutti gli effetti da collezione. La traduttrice e scrittrice comasca da tempo insediata in Francia Anna Chiara Peduzzi traduce testi di Yves Bonnefoy, Vincenzo Guarracino, poeta e critico lariano, pubblica una traduzione di alcuni versi del Carme 64 di Catullo di cui è tra i maggiori esperti e traduttori, alcune poesie di Racine sono invece tradotte dal luganese Gilberto Isella mentre il ticinese Fabio Pusterla traduce il Poemetto nel muro di Antoine Emaz.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.