Anziana signora stuprata in casa. Arrestato un 26enne nigeriano

carcere Bassone

Si è introdotto nell’abitazione di una anziana della Bassa Comasca, quasi 90enne, di nascosto. Non si sa quale fosse l’intento del malvivente, se quello di rubare oppure altro. La proprietaria di casa ha però udito dei rumori provenire dalla cucina e si è avvicinata, scoprendo l’intruso. La reazione dello straniero è stata però spietata: l’ha immobilizzata, trascinata in camera da letto e stuprata.

Una mezz’ora di incubo per la povera donna. Il violentatore si è poi dileguato nella notte, rapinando la vittima anche del telefono cellulare. L’anziana – sotto shock – è poi riuscita a raggiungere la casa del figlio, distante poche decine di metri, e a lanciare l’allarme. La brutale violenza è avvenuta nella serata di venerdì, intorno alle 21, in un comune della Bassa Comasca di cui non forniremo altri dettagli a tutela della vittima.

I carabinieri della stazione di Lomazzo si sono subito messi sulle tracce del sospettato. La donna è stata in grado di fornire una dettagliata descrizione del malvivente, segnalando anche che negli ultimi giorni l’aveva visto aggirarsi per il paese. Caratteristica poi la capigliatura, con delle evidenti treccine. I carabinieri insomma hanno capito chi potesse essere e hanno setacciato tutte le aree della zona.

Alla fine il sospettato è stato ritrovato in una fabbrica dismessa della zona, con ancora il cellulare dell’anziana signora. La donna l’ha anche riconosciuto. Si tratta di un nigeriano di 26 anni, sostanzialmente senza fissa dimora. L’uomo è stato arrestato e portato al Bassone in attesa dell’interrogatorio da parte del giudice delle indagini preliminari di Como.
Secondo una prima ricostruzione, si sarebbe introdotto in casa passando da una finestra del balcone su cui si affaccia la cucina. La vittima sarebbe anche stata minacciata con un oggetto appuntito che non è stato identificato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.