Appuntamento d’eccezione con Mahler al Teatro Sociale

altMusica classica nel capoluogo

Appuntamento con la grande musica classica al Teatro Sociale di Como in piazza Verdi. Mercoledì, 22 gennaio alle ore 20.30 la stagione del maggior palcoscenico lariano ospiterà Das Lied von der Erde (Il canto della terra) del compositore Gustav Mahler (nella foto).
Il capolavoro mahleriano approda a Como nell’arrangiamento di Arnold Schonberg e Rainer Riehn e sarà eseguito dall’Ensemble della Filarmonica “Arturo Toscanini”. Della vita e della morte parla l’ultimo ciclo di lieder di Gustav

Mahler, Das Lied von der Erde. Il nucleo filosofico di quest’opera inafferrabile e dai molteplici volti scaturisce dalla medesima fonte ideale di Tod und Verklarung, ossia la lacerante separazione dell’individuo dall’eterno ciclo di morte e rinascita del mondo. Una composizione in cui gli elementi sono riflessi sia nel macrocosmo che nel microcosmo, in un gioco di specchi tra vita e morte, in alcun modo leziosamente futile e decorativo, come la cornice esotica del testo indurrebbe a credere.
L’ensemble “Toscanini” sarà diretto dal maestro Piero Borgonovo. Solisti saranno il mezzosoprano Anna Maria Chiuri e il tenore Daniel Szeili. Siamo di fronte a una partitura che è un’autentica sfida musicale. La composizione di Gustav Mahler (1860-1911) porta, di fatto, il sottotitolo “Sinfonia per contralto, tenore e orchestra” ma è di fatto una sinfonia sui generis, il cui impianto formale si arricchisce di sei “Lieder” che mettono in musica alcuni testi tratti dalla raccolta poetica Die chinesische Flöte (Il flauto cinese) adattati e pubblicati da Hans Bethge.
È a Dobbiaco, nel Sud-Tirolo, in un piccolo paese tra le Dolomiti, che nasce l’ispirazione per “Il canto della terra”, nel 1908, quando Mahler è un artista ancora giovane, che ha conosciuto grandi successi professionali in qualità di compositore e di direttore, ma anche delusioni e dolori sul piano professionale e anche nella vita privata. Das Lied von der Erde si articola in due parti. La prima raggruppa i primi cinque canti, la seconda è costituita solo da Der Abschied (Il congedo). All’interno della prima parte, le due chansons à boire, Trinklied vom Jammer der Erde (Il brindisi del dolore della terra) e Der Trunkene im Frühling (L’ubriaco a primavera) incorniciano tre Lieder centrali: il melanconico Der Einsame im Herbst (Il solitario in autunno), il breve Von der Jugend (Della giovinezza) e Von der Schönheit (Della bellezza). Biglietti in vendita alla cassa del teatro e sul sito www.teatrosocialecomo.it. L’evento è promosso con il “Corriere di Como” e con Espansione Tv.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.