Argegno, dopo 9 mesi “liberata” la statale Regina

Una strettoia lungo la Regina
Riapertura strada statale Regina ad Argegno
Riapertura strada statale Regina ad Argegno

Argegno, la statale Regina è libera. Dopo 9 mesi dalla frana del settembre 2017 è finalmente arrivata, nelle ore passate, l’ora “x”. Nella notte tra venerdì e sabato infatti il cantiere delle polemiche, i lavori tanto attesi per ripristinare la viabilità resa difficoltosa dalla frana di un muro sulla strada sono finiti e tutto è tornato alla normalità.
Intorno alle 2 del mattino infatti il semaforo posizionato per regolare il flusso dei mezzi in prossimità dell’area di lavoro, è stato rimosso. E con lui se ne sono andate anche le polemiche infinite che hanno costellato questo intervento tanto atteso.
«Siamo naturalmente molto contenti. Finalmente siamo tornati alla situazione precedente alla frana e questo non può che farci piacere. Ridiamo respiro alla viabilità lungo un’arteria fondamentale per il lago e per chi vive e lavora in questi paesi – spiega il sindaco di Argegno Roberto De Angeli, in prima linea fin dalle ore immediatamente successive allo smottamento – Positivo anche il fatto che il cantiere è stato chiuso con 2 settimane di anticipo sulla data conclusiva prevista in origine che era fissata per il 4 luglio». Sono dunque stati smontati i ponteggi necessari ai lavori ed è stato portato via il semaforo, facendo così “ripartire” il doppio senso di marcia. «Rimane il disappunto per il troppo tempo perso prima di far partire i lavori ma ora dobbiamo pensare al futuro», dice il sindaco. E a giorni ci sarà un altro passaggio importante per la Regina. E infatti previsto, verso la fine della prossima settimana, la firma in Prefettura dell’accordo che prevede – grazie a uno stanziamento regionale da 200mila euro – la creazione del sistema di videosorveglianza da accendere sulle strettoie presenti lungo la Regina, che da sempre rappresentano gli snodi critici della viabilità. «Saranno installati apparecchi video a Colonno e Sala Comacina, tanto per citare alcuni dei passaggi delicati – spiega il sindaco – Serviranno per monitorare il traffico e sostituiranno i semafori intelligenti oggi presenti, con maggiore affidabilità e precisione». Il sistema dovrebbe avere una fase di sperimentazione all’inizio del prossimo anno per poi entrare in servizio la prossima estate. Questo il futuro, nel presente invece c’è ancora un piccolo intoppo sulla Regina. «Niente di preoccupante ma la prossima settimana è prevista la chiusura a senso unico alternato per poter asfaltare 400 metri di strada che vanno risistemati dopo i lavori. Anas interverrà nella notte tra lunedì e martedì. Lungo la Regina sono stati fatti diversi interventi in questi ultimi mesi. Ciò è positivo, vista l’importanza di questa strada». Il tutto in attesa dell’avvio della variante della Tremezzina.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.