Arriva il “Carnevale Canturino”

Una sfilata di Carnevale a Cantù

Da domenica 2 febbraio sfilano i carri più grandi della Lombardia

Arriva il Carnevale. Domenica 2 febbraio, a Cantù, ha inizio la grande festa in maschera con sfilate che si ripeteranno il 16, il 23 e il 29 febbraio. Giunto alla 94a edizione, il Carnevale Canturino vedrà gareggiare i carri più grandi della Lombardia. Satira ed ecologia sono i temi che hanno ispirato quest’anno i maestri artigiani. I carri allegorici sfileranno tra le vie del centro storico e, come da tradizione, aprirà il corteo il carro vincitore dell’edizione precedente. Quest’anno toccherà ai “Buscait” che propongono il carro di tema ambientalista “Giro giro tondo… Non fate cadere il mondo!”. In testa ci sarà anche il famoso “Truciolo”, maschera ufficiale della Città di Cantù. Numerosi carri, come quello dei Lisandrin, si collocano invece nel tradizionale solco della satira politica e dello sberleffo contro i politici.
“Amici di Fecchio” presenta il carro più monumentale della rassegna, alto 13 metri e sorretto da una meccanica complicatissima che darà animazione e movimento ai personaggi raffigurati.
Il Carnevale Canturino è anche musica, spettacoli danzanti e folklore. Così, come da tradizione, durante ogni sfilata, tra i carri in competizione, si esibiranno diversi gruppi bandistici e folk. Il 2 febbraio è il turno del Corpo Musicale “Santa Cecilia” di Gerenzano, accompagnato dalle loro bravissime majorettes. Novità del 2020 è poi il gemellaggio con “Nebiopoli” il tradizionale Carnevale di Chiasso. Domenica 2 febbraio una delegazione di Nebiopoli sarà a Cantù per la sfilata di apertura. Venerdì 7 febbraio, a Chiasso, si potrà partecipare gratuitamente al corteo notturno delle Guggenband con il biglietto di ingresso al Carnevale Canturino. Info: www.carnevalecanturino.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.