Arriva il Giro di Lombardia. Attenzione alle limitazioni a Como e lungo il percorso. Informazioni, orari, consigli utili

Foto Fabio Ferrari - LaPresse 19/05/2018 San Vito al Tagliamento-Monte Zoncolan(Italia) Sport Ciclismo Giro d'Italia 2018 - edizione 101- tappa 14 SAN VITO AL TAGLIAMENTO - MONTE ZONCOLAN Nella foto: durante la gara.

L’arrivo in città del Giro di Lombardia prevede, come sempre, una serie di provvedimenti che riguardano il transito e i parcheggi. La corsa arriverà sabato in piazza Cavour dopo le 16.30. Ma per predisporre la zona del traguardo alcune limitazioni scatteranno già nella giornata odierna.
Dalle 8 di questa mattina, dunque, alle 22 di sabato è istituito il divieto di sosta in piazza Cavour; stesso provvedimento da domani alle 14 fino alle 23 di sabato oltre che nella stessa piazza Cavour nelle vie Fontana e Cairoli.
Sul Lungo Lario Trieste (area Hotel Terminus) e nella zona dello stadio dalla mezzanotte alle 22 di sabato non si potrà parcheggiare in largo Borgonovo, viale Vittorio Veneto, viale Puecher. Ai Giardini Maggiolini medesima limitazione, ma dalle 13.
Dalle 13 alle 19 lungo via Bertinelli, nei pressi del palazzo comunale, dalle 13 alle 19 divieto di sosta per gli autoveicoli; misura non valida per quelli posti a servizio delle persone con disabilità.
Sempre sabato 12 ottobre, dalle 10 fino al passaggio del veicolo con la scritta “fine corsa” ci sarà divieto di sosta – per ogni categoria di veicoli – nelle strade via Torno, piazza Amendola, via Manzoni, piazza Quinto Alpini, via Appiani, via Ghislanzoni, via Ambrosoli, viale Giulio Cesare, viale Innocenzo XI, viale Masia, via XXVII Maggio, via Borgovico Nord, via Grossi, via della Pila, via per Brunate.
Sul fronte dei divieti di transito nella Convalle, la zona con una limitazione più lunga sarà quella di piazza Cavour. Lungo via Fontana, via Cairoli, Lungo Lario Trento (corsia bus), piazza Cavour (corsia bus), Lungo Lario Trieste (corsia bus) dalle 14 di domani alle 22 di sabato è previsto il blocco.
Stop completo, sabato, sul Lungo Lario Trento e Trieste e piazza Cavour dalle 2 alle 7 e dalle 14.15 alle 23, o comunque fino al termine delle operazioni di smontaggio delle tribune dell’arrivo.
L’edizione 2019 del “Lombardia” entrerà nel territorio comunale di Como verso le 15.40 (l’orario dipende dall’andamento tenuto dai corridori). In ogni caso dalle 15.30 e fino al passaggio della vettura “fine corsa” vengono interdette alla circolazione le strade via Torno, piazza Amendola, via Manzoni, piazza del Popolo, via Dante, via Tommaso Grossi, via per Brunate, via per Civiglio, via dei Patrioti, piazza Quinto Alpini, via Appiani, piazza Concordia, via Ghislanzoni, Provinciale 37, via Zampiero, piazza Martignoni, via della Pila, via Rienza, via Briantea, via Piave, via Ambrosoli, viale Giulio Cesare, viale Roosevelt, viale Innocenzo XI, piazzale San Rocchetto, viale Masia, viale Fratelli Rosselli, piazzale San Rocchetti, via Masia, piazzale Santa Teresa, via Bixio, via XXVII Maggio, via per San Fermo, largo Ceresio, via Camozzi, via Bellinzona, largo Spluga, via Borgovico, via Borgovico Nord, Lungo Lario Trento fino al traguardo.
Ovviamente ci saranno fermate dei bus momentaneamente soppresse. Se ce ne fosse la necessità, potrebbe essere aperti al traffico gli spazi riservati ai bus nelle vie Sauro e Battisti, Largo Spallino, piazza Vittoria e via Milano nella direzione Nord-Sud.
La città ma non soltanto. La gara è di 243 chilometri e lungo il percorso gli organizzatori di Rcs Sport si avvarranno della collaborazione di tutte le forze dell’ordine. In prima linea la Polizia stradale, che in questo 2019 ha tra l’altro festeggiato il 70 anni della sua presenza al Giro d’Italia. Al “Lombardia” 2019 il coordinamento sarà del comandante provinciale di Como, Filippo Franchi, riminese, classe 1984.
A disposizione della corsa, con il logo della Stradale, 14 motociclette, due auto e un furgone con i ricambi pronto ad intervenire per eventuali problemi tecnici ai mezzi impegnati al seguito della competizione. Al di là delle disposizioni che riguardano Como, è bene tener conto della cronotabella per spostarsi nella zona del percorso, sia per seguire l’evento , sia per tragitti di carattere personale. Le strade chiuderanno circa un’ora prima del passaggio del “Lombardia”, anche se, nei limiti del buonsenso e seguendo le esigenze della “classica”, le forze dell’ordine cercheranno di venire incontro alle necessità dei cittadini.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.