Arte multidisciplinare, le “Chiacchiere lunatiche” diventano social

Cosmogonie al Broletto

La scorsa estate la mostra interdisciplinare “Cosmogonie” dello sculture lariano Paolo Barlusconi ha celebrato nel salone del Broletto in piazza Duomo a Como i cinquant’anni trascorsi da quel 20 luglio 1969 quando fu lanciato l’Apollo 11 e l’uomo per la prima volta mise piede sulla Luna. In particolare il convegno multidisciplinare Omaggio alla Luna vide alternarsi nel giorno esatto dell’allunaggio contributi di scienziati, poeti ed esperti d’arte. Si parlò di scienza, ma anche di tv (la mitica serie Spazio 1999) e di cinema (Stanley Kubrick e il suo 2001), e anche di sport oltre che naturalmente di estetica. Il curatore del progetto, Michele Caldarelli della galleria “Il Salotto”, prosegue l’impresa sempre con un carattere spiccatamente multidisciplinare continuando in rete sul sito caldarelli.it la raccolta di documenti e interventi di varia natura e ispirazione attorno alla Luna e ai suoi significati nell’arte e nella scienza. Oltre ai contributi di artisti e relatori, ora l’archivio diventa interattivo e “social”.
Infatti sotto l’insegna del simpatico titolo “Chiacchiere lunatiche”, invita il pubblico a partecipare con commenti e interventi testuali e visivi per incentivare la visita virtuale di quello che a tutti gli effetti si sta costituendo, attraverso un blog digitale senza periodicità ma diventato nel corso del tempo una sorta di enciclopedia tematica, come museo comasco della Luna e dei suoi fedelissimi tra astronomia, esperienza artistica, mitografia e letteratura.
All’impresa ha partecipato, oltre a Barlusconi, scultore che con le sue opere indaga il cosmo e i suoi misteri, anche l’artista Giovanna Gadda, altra voce della scuderia di Caldarelli, autrice delle originali Chiacchiere Lunatiche ossia una serie di opere di piccolo formato che poi ha dato il nome a tutta l’impresa multidisciplinare comasca.
«Questo blog è proiettato nel futuro – dice Caldarelli – perché permanentemente in attesa di sempre nuovi interventi di amici e simpatizzanti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.