Asta benefica per aiutare gli anziani in difficoltà

Alberto Cova

Un’asta benefica per gli anziani del territorio lariano, con organizzazione a cura della La Fondazione Provinciale della Comunità Comasca. Le risorse raccolte saranno destinate infatti al fondo Golden Age, istituito presso la Fondazione per sostenere gli Over 65 duramente colpiti dalla pandemia e dal protrarsi delle norme per il distanziamento sociale.
L’appuntamento per l’asta online è venerdì 20 novembre alle 20.30 ed è possibile riservare il proprio posto con il link www.fondazione-comasca.it/asta.
Numerose le adesioni di volti noti del mondo dello sport e dello spettacolo, molti artisti e cantanti. Tra i tanti, vale la pena citare l’oro olimpico Alberto Cova, nella foto, che ha donato la tuta indossata negli Europei del 1985. O ancora sportivi come Dalila Vignando, campionessa del mondo di nuoto Dsiso, Claudio Buzzolo, che ha partecipato agli Special Olympics di basket e il campione olimpico e mondiale di paraciclismo Paolo Cecchetto. In prima linea anche la Pallacanestro Cantù con l’head coach Cesare Pancotto e quattro giocatori: Gabriele Procida, James Woodard, Jaaziel “Jazz” Johnson, Andrea Pecchia.
Tra gli altri personaggi che sostengono l’iniziativa l’iridato di calcio Gianluca Zambrotta, il campione di wakeboard Nicolò Caimi, i cantanti Francesco Guccini e Marco Ferradini, lo scrittore Andrea Vitali.
«È bello osservare come tante persone si siano attivate immediatamente per aiutare in modo concreto chi ha più bisogno”, afferma il presidente della Fondazione Martino Verga- I nostri anziani sono il patrimonio relazionale più importante che abbiamo, sono i legami sociali su cui si fonda una comunità degna di questo nome. È quindi nostro dovere morale fare il possibile per aiutarli in questo momento difficile, per farli sentire meno soli».
Fondamentale per l’organizzazione dell’asta è stata la collaborazione delle Banche di Credito Cooperativo della provincia di Como, Cantù, Bcc Brianza e Laghi, Cantù e Lezzeno.
Le prime risorse che verranno raccolte sosterranno due progetti “Nipoti di Babbo Natale”, che raccoglie i desideri degli anziani ospiti di strutture residenziali; il secondo è una iniziativa di co-housing promossa dal parroco di Rovellasca Don Natalino.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.