Autista del bus senza mascherina. Il rischio di contagio? «Paranoie»

Un bus di Asf Autolinee

Le questioni relative al trasporto pubblico nel periodo del Coronavirus vengono seguite con grande attenzione. Bus, treni e metropolitane affollati possono essere veicolo di contagio.
Una storia negativa, tutta comasca, in tema di sicurezza sanitaria è stata raccontata ieri in un servizio del telegiornale di Etv.
Un autista di autobus ripreso in città senza mascherina. E quando una passeggera glielo ha fatto garbatamente notare, lui ha risposto spazientito, bollando come «paranoia» il legittimo timore del contagio.
Un dialogo che la passeggera della linea 11 Ponte-Chiasso-Sagnigno-Bassone ha ripreso con lo smartphone. Asf Autolinee ha subito preso le distanze dal comportamento dell’autista. Nei video, girati dalla passeggera, prima si vede il conducente senza mascherina, poi si sente il dialogo.
Passeggera: «Lei non dovrebbe mettere la mascherina?» Autista: «Basta che ce l’ha lei…». Passeggera: «Dobbiamo proteggerci tutti però, non dobbiamo averla solo noi». Autista: «Signora non dobbiamo essere neanche paranoici e pensare che siamo tutti infetti, se dobbiamo essere tutti infetti stiamo a casa». Passeggera: «Però dobbiamo essere protetti da tutti». Autista: «Io ho lavorato per tutto il lockdown e non sono morto e mia mamma ha 93 anni e non si è neanche ammalata». Passeggera: «Auguri». Autista: «Grazie».
Interpellata da Espansione Tv, l’azienda dei trasporti pubblici comasca, come anticipato, ha preso le distanze dal comportamento dall’autista. «Asf comprende le legittime considerazioni dell’utente e stigmatizza la risposta dell’autista – si legge nella nota ufficiale diffusa ieri – Il nostro personale viaggiante è infatti sempre tenuto a indossare la mascherina protettiva nel corso dell’orario di lavoro sui mezzi».
«Come Asf Autolinee – si legge ancora nella nota – la nostra priorità è garantire la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti, delle loro famiglie e di tutti gli utenti che scelgono i nostri servizi per muoversi ogni giorno. L’azienda si scusa con la passeggera per l’accaduto, confidando che non si ripetano più altre situazioni simili». Non viene chiarito nella nota se ora nei confronti dell’autista che non indossava la mascherina verranno presi anche provvedimenti disciplinari.

Il servizio di Espansione Tv

Articoli correlati

2 Commenti

  • Avatar
    Daniela , 18 Ottobre 2020 @ 21:10

    Mi dispiace ma sono totalmente a favore dell’autista ,la gente sta diventando paranoica

    • Mario Rapisarda
      Mario Rapisarda , 19 Ottobre 2020 @ 12:17

      Gentile lettrice, le sue parole non sono condivisibili nel modo più assoluto, anzi sono da stigmatizzare. I dati del contagio parlano chiaro e negarlo è a dir poco irresponsabile. Qui non si tratta di essere paranoici, ma di guardare in faccia la realtà. Aggiungo che indossare la mascherina è necessario non soltanto per proteggerci, ma anche per tutelare gli altri da una nostra possibile positività. Chi svolge un servizio pubblico, come l’autista di autobus, è quindi chiamato a una consapevolezza ancora maggiore. Trovo dunque imbarazzante che qualcuno possa assumere con pervicacia posizioni come quella da Lei espressa. Mi auguro possa rivedere tali assurde convinzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.