Auto, il futuro è elettrico ma il presente molto meno

Tempio Voltiano, gara auto elettriche ecogreen.

l futuro dell’auto sembra sempre più elettrico. Lo dicono le scelte industriali delle grandi case costruttrici – non ultime, ovviamente, quelle che riguardano Fca e Peugeot che hanno annunciato la loro fusione – e sembrano confermarlo tanti altri fattori più piccoli: ad esempio, la politica degli incentivi promossa sia dallo Stato sia dalla Regione.
Tutto vero. Ma lo stato dell’arte dice che questo futuro, almeno per il momento, è ancora abbastanza lontano. Le auto elettriche e ibride sono ancora poche. Troppo poche.
Secondo l’analisi del portale Facile.it , condotta su dati dell’Automobile Club Italiano (Aci), a dicembre 2018 le autovetture elettriche e ibride in Lombardia erano poco meno di 74mila, vale a dire l’1,20% del parco auto circolante in regione. Una percentuale, seppur bassa, comunque doppia risulta rispetto al resto del Paese, dove la media si assesta allo 0,66%.
Lombardia quindi in testa alla classifica italiana delle auto ibride ed elettriche, ma con numeri ancora bassi. Numeri che, riferiti alla provincia di Como, diventano davvero minimi.
In testa alla classifica delle province lombarde si trova infatti Milano, dove a dicembre 2018 le autovetture elettriche e ibride erano 29.420, l’1,62% del parco circolante. Dietro Milano, sul podio lombardo, ci sono la provincia di Varese, con 7.840 auto elettriche o ibride, pari all’1,33% del totale, e la provincia di Como, dove la percentuale dell’elettrico su quattro ruote è pari a 1,31% (5.210 vetture). Il dato lombardo delle auto green è completato dalle 397.579 autovetture alimentate a Gpl e a metano. Un segmento nel quale Como occupa il penultimo posto della graduatoria regionale, con il 4,2% del parco circolante totale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.