Auto nel lago in via per Cernobbio: tragedia nella notte, muore una ragazza

Incidente mortale in via per Cernobbio

Un botto. Le lamiere che stridono contro il muro. Il suono sordo del lago che inghiotte qualcosa di grosso e pesante, nel buio della notte. Poi, dopo un attimo di silenzio, un urlo disperato: «Cosa ho fatto! C’è una ragazza dentro». Mancano pochi minuti alle 3. In via per Cernobbio, nel territorio comunale di Como, pochi metri oltre la doppia curva dell’Hotel Villa Flori, in quei minuti si sta consumando il dramma di due giovani di Moltrasio. Hanno 24 anni. Sono amici. Avevano trascorso la serata insieme in centro a Como, tra viale Geno e piazza Matteotti. Lui, Nikolai Saldarini, volontario per il 118, era alla guida dell’auto, una Fiat Panda di colore bianco. Lei, Tatiana Ortelli, era seduta sul lato del passeggero.
Rientravano a casa, procedendo in direzione di Cernobbio. Il ragazzo però, all’altezza del curvone – per cause ora al vaglio degli inquirenti – avrebbe perso il controllo della vettura, sbandando prima a sinistra, andando a impattare contro il muro per poi correre in obliquo in direzione del parapetto che protegge dal salto nelle acque del Lario.
La transenna non avrebbe retto all’impatto, aprendosi e lasciando cadere la vettura di sotto. Il ragazzo sarebbe riuscito a liberarsi della cintura di sicurezza e a iniziare a nuotare lontano.
La ragazza non ce l’avrebbe fatta, inabissandosi con la vettura, dopo un disperato tentativo dello stesso giovane di estrarla dall’abitacolo.
Solo l’autopsia potrà fornire ulteriori dettagli sulla vicenda.
Le urla disperate del giovane sono state udite dai residenti della zona che hanno avvisato la polizia. In pochi attimi una volante era in via per Cernobbio, e con lei anche i vigili del fuoco partiti dalla caserma di Como.
Al momento dell’arrivo dei soccorsi, il 24enne era ancora nell’acqua: «C’è una ragazza dentro», gridava. Per Tatiana Ortelli però non c’era già più nulla da fare.
L’auto è stata recuperata questa mattina, grazie anche all’aiuto dei sommozzatori dei vigili del fuoco che sono arrivati appositamente da Torino. Il ragazzo è stato trasportato in ospedale. I rilievi sono invece stati affidati alla polizia stradale di Como. L’incidente mortale è stato segnalato alla Procura della Repubblica. Sulla vicenda indaga il pubblico ministero Antonia Pavan.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.