Auto non parcheggiata a spina di pesce. Strisce da completare

altIn viale Varese

(p.an.) A volte la realtà supera decisamente la fantasia. Così capita che anche nella vicenda delle nuove strisce blu che sta creando molti mal di pancia tra i comaschi, ci siano spunti per sorridere.
Cosa succede ad esempio se mentre si stanno tacciando le nuove strisce c’è un ostacolo sull’asfalto? Guardate la foto a sinistra. Gli stradini, ieri, hanno dovuto fare i conti con una Toyota Yaris grigio metallizzata, vecchio modello lasciata nell’area dei parcheggi nel tratto alto di viale

Varese. Lì non sono mai state tracciate le strisce e così la Yaris non risultava con la giusta inclinazione dell’ormai popolarissima spina di pesce. Forse qualcuno si aspettava che gli addetti alla segnaletica chiamassero il carro attrezzi. Invece no. Nulla di tutto questo. Hanno proseguito a tracciare. Le strisce risultano però così interrotte in corrispondenza dell’auto. In seguito si dovrà unire i puntini come in un gioco della “Settimana Enigmistica”. Sul parabrezza dell’auto, nessuna multa.

Nella foto:
Ecco la Toyota Yaris grigia metallizzata parcheggiata nell’ultimo tratto dell’area di sosta che costeggia viale Varese (foto Mattia Vacca)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.