Auto rubata identificata grazie alle telecamere: fermata coppia di marocchini

Carabinieri

I carabinieri della stazione di Olgiate Comasco, nella serata di mercoledì, hanno eseguito un fermo e denunciato a piede libero una donna per i reati di ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale. Il fatto di cronaca è avvenuto alle 22, quando una telecamera posta al confine del territorio tra Beregazzo con Figliaro e Oltrona San Mamette, di quelle di ultima generazione, si è stata attivata dal passaggio di una Fiat Punto che nella banca dati delle forze di polizia risultata rubata ad inizio ottobre nei pressi di Saronno. Immediatamente i militari di Olgiate Comasco si sono messi alla ricerca del veicolo, intercettandolo poco dopo. A questo punto è nato un inseguimento, concluso a Lurate Caccivio. Il conducente ha anche provato ad allontanarsi a piedi, venendo però raggiunto poco dopo: oltre a viaggiare su un’autovettura rubata, l’uomo (che è risultato essere un marocchino senza di fissa dimora, 35 anni) era destinatario di un decreto di espulsione da eseguire, emesso lo scorso giugno a Novara. A bordo c’era una donna, anche lei marocchina, 20 anni, residente nella provincia di Milano, che è stata sorpresa in possesso di un grammo e mezzo di cocaina. L’uomo è stato accompagnato in carcere al Bassone, mentre la donna è stata denunciata per il concorso nella ricettazione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.