Auto nel lago, muore l’amica. Il ragazzo al volante patteggia. I genitori della vittima: «Giovani, basta tragedie»

Incidente via per Cernobbio

Avevano trascorso la serata insieme in centro a Como. Erano stati anche fermati da una pattuglia della polizia in viale Geno per le questioni legate al Covid-19 e ai dispositivi di protezione individuale. A notte fonda, tra le due e le tre, avevano deciso di fare ritorno a casa, a Moltrasio. Pochi metri oltre la doppia curva dell’Hotel Villa Flori, si consumò però la tragedia. La Fiat Panda bianca andò a sbattere prima contro la parete alla sinistra della carreggiata, poi in diagonale andò a impattare con violenza il parapetto dalla parte opposta di via per Cernobbio. La vettura cadde nel lago. Per Tatiana Ortelli, 24 anni di Moltrasio, seduta sul lato del passeggero, non ci fu nulla da fare. Si salvò invece l’amico che era alla guida, Nikolai Saldarini, volontario per il 118 che abita a Moltrasio, anche lui 24enne.

Le indagini della Procura (pm Antonia Pavan) hanno portato a ritenerlo responsabile di quanto accaduto, con l’aggravante di essersi messo alla guida in condizioni non adeguate. La vicenda si è conclusa ieri mattina, con il patteggiamento a 3 anni e 4 mesi di pena, ratificato di fronte al giudice dell’udienza preliminare Andrea Giudici.

Toccanti le memorie depositate dall’avvocato Giuseppe Vernuccio, per conto della madre e del padre della giovane vittima. «La perdita di una figlia, dell’unica figlia, non può trovare alcun tipo di conforto – si legge – Auspichiamo però una presa di coscienza per la gravità del fatto. La decisione del Tribunale di Como sia da monito e da deterrente per i giovani affinché non si abbiano più a verificare tragedie di questo tipo». «Non bisogna porsi alla guida in stato di ebbrezza» o in altre condizioni che ostacolano una guida sicura: «Ci auguriamo – è stata la chiosa – una decisione equilibrata sulla scorta dell’effettivo comportamento assunto dall’indagato affinché, come si è detto inizialmente, ciò costituisca da monito per gli altri giovani». A Saldarini è stata anche revocata la patente.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.