Autosilo colabrodo, sale la protesta Sant’Anna, la denuncia arriva dalle Rsu

Autosilo ospedale Sant'Anna

Una scena già vista e denunciata più volte: la pavimentazione sconnessa e rovinata, crepe e buche che si aprono un po’ ovunque, cassette dei quadri elettrici e degli estintori divelte o aperte, ferri staccati ed esposti in modo molto pericoloso.
I rappresentanti sindacali del personale del Sant’Anna protestano ancora una volta per le condizioni in cui versa il parcheggio riservato ai dipendenti.
«L’autosilo è in una situazione pietosa, la manutenzione è inesistente», attacca Massimo Coppia, sindacalista Uil e coordinatore delle Rsu di San Fermo. Peraltro, i dipendenti dell’ospedale pagano una tariffa mensile per il posto auto. «La struttura non è sistemata in modo degno – dice Coppia – E questo crea problemi anche per la sicurezza. Pochi giorni fa un collega è caduto e si è fratturato un braccio. I gestori del parcheggio devono intervenire subito e garantire condizioni adeguate alla struttura».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.