Autunno intenso a Villa Balbianello

Villa Balbianello

Autunno intenso a Villa Balbianello, la dimora del Fai più visitata d’Italia per il sesto anno. A ottobre Villa del Balbianello invita a deliziare gli occhi e il palato nel corso di tre serate speciali dedicate ad altrettanti Beni del FAI, in programma dalle ore 19 alle 24, proponendo raffinate cene a tema, degustazioni delle eccellenze gastronomiche italiane, musica dal vivo, ingresso al giardino storico e visita libera della Loggia Durini, del Museo delle Spedizioni e Museo di Arte primaria. All’inizio della serata è prevista la presentazione del Bene FAI protagonista dell’evento. Oggi viaggio culinario nei Beni del FAI. Bosco di San Francesco ad Assisi (PG). Il 10 ottobre: Viaggio culinario nei Beni del FAI. Casa Noha a Matera; il 31 ottobre: Viaggio culinario nei Beni del FAI. I Giganti della Sila a Spezzano della Sila (CS). Arrivo e partenza solo via lago dal Lido di Lenno compreso nel prezzo: Intero 115 euro, Iscritti FAI e Residenti Comune di Tremezzina 95 euro. Prenotazione obbligatoria a m.sormani@fondoambiente.it

Per i mesi di ottobre e novembre sono state organizzate delle visite speciali con percorsi inediti secondo questo calendario, solo su prenotazione: domani domenica 4 ottobre “i racconto il Giardino” sarà una speciale visita guidata dedicata al giardino, riportato da Guido Monzino all’originario splendore alla metà degli anni Settanta grazie alla collaborazione con il compianto l’architetto paesaggista Emilio Trabella (1948-2019). La visita permetterà la scoperta delle specie arboree e dell’arte topiaria a Balbianello: un’occasione unica per conoscere i segreti delle piante modellate ad arte del parco, come il grande leccio potato “a ombrello” dai giardinieri tree-climbers o il ficus repens che avvolge le colonne della Loggia Durini. Visite a cura della Cooperativa Il Gelso del Làvedo. Ore 15. Costi: Intero 20 euro; Iscritti FAI e Residenti Comune di Tremezzina: 5 euro. Domenica 11 ottobre. “Ti racconto… Guido Monzino”.
Una speciale visita dedicata a Guido Monzino (1938-1988), ultimo proprietario della Villa, con una guida d’eccezione: il suo storico segretario, Maurizio Allione.  Instancabile organizzatore, carismatico, solitario ma cordiale, Monzino è internazionalmente noto per le sue ventuno spedizioni che lo hanno portato sulle vette più alte, fino all’epica conquista del Polo Nord e alla spedizione sul Monte Everest. Alla metà degli anni Settanta, Monzino acquista Villa del Balbianello per farne anche un prestigioso centro geografico e per radunare le testimonianze delle sue straordinarie esplorazioni. Il restauro e l’allestimento della casa costituiscono la ventiduesima grande impresa della sua vita, cui si dedicò con estrema cura: oggi Villa del Balbianello custodisce collezioni e memorie di Monzino che, dal 1988, il FAI si impegna a preservare e far conoscere in tutto il mondo. Ore 10 e ore 16.30. Costi: Intero 30 euro; Iscritti FAI e Residenti Comune di Tremezzina: 10 euro.
Domenica 1 novembre: “Ti racconto … Il Museo delle Spedizioni di Guido Monzino”. Una speciale visita guidata dedicata al Museo delle Spedizioni, allestito da Guido Monzino nel sottotetto della Villa, che raduna attrezzature, fotografie, reperti e cimeli delle sue imprese che, in compagnia delle guide del Cervino, lo hanno portato sulle Alpi, le Ande, le montagne d’Africa e Groenlandia, e fino alle prime conquiste italiane di Everest e Polo Nord. Tra i manufatti, si distinguono le circa trecento statuette in osso e avorio della collezione Inuit, ricevute in dono dagli amici del popolo artico o acquistate da Monzino tra gli anni Sessanta e Settanta.  Di queste, un cospicuo nucleo è rappresentato dai “tupilak”, statuette rituali costituite in parte da elementi umani e animali, al centro di un particolare rito sciamanico destinato a colpire una vittima designata. Ore 10 e ore 16.30. Costi: Intero 30 euro; Iscritti FAI e Residenti Comune di Tremezzina: 10 euro.

Domenica 8 novembre, “Ti racconto… La Collezione di Dipinti su Vetro”.
Una speciale visita guidata dedicata alla preziosa e rara collezione di dipinti su vetro raccolta da Guido Monzino tra gli anni Cinquanta e Settanta. La collezione è costituita da circa centocinquanta dipinti, acquistati dai migliori antiquari milanesi e allestiti nelle stanze al piano terra della Villa.
Sono soprattutto opere settecentesche e di scuola veneta, realizzate a olio e a tempera, e raffigurano scene agricole e pastorali, riproducendo a volte celebri dipinti su tela di maggiori dimensioni.
La visita accompagnerà alla conoscenza di queste fragilissime opere d’arte e della particolare tecnica in cui sono realizzate, che non consente ripensamenti e ritocchi. Ore 10 e ore 15.30. Costi: Intero 30 euro; Iscritti FAI e Residenti Comune di Tremezzina: 10 euro.

Fu il Cardinale Angelo Maria Durini a edificare il complesso di Villa del Balbianello alla fine del XVIII secolo, sui resti di un convento francescano, di cui oggi resta la facciata dell’antica Chiesa. Alla morte del cardinale, la villa passò al nipote Luigi Porro Lambertenghi, attivo patriota antiaustriaco che volle Silvio Pellico come precettore per i propri figli. Balbianello è era un luogo molto caro a Pellico, che così lo evocò in una lettera: ‘Benedetto Balbianino! Vi passerei volentieri la mia vita, tanto è romanzesco, poetico, magico questo soggiorno’. Il complesso passò poi al marchese Giuseppe Arconati Visconti e successivamente al generale americano Butler Ames, che lo sottopose a un attento restauro. Nel 1974 gli eredi la vendettero all’imprenditore Guido Monzino, appassionato esploratore e alpinista. Esponente di una delle più solide famiglie della borghesia milanese, egli si dedicò a una nuova opera di ristrutturazione, che interessò non solo gli edifici ma anche lo splendido giardino, cui venne conferito l’aspetto attuale, e riarredò completamente le stanze. Fu lo stesso Monzino a decidere di lasciare la villa, insieme a gran parte del Dosso di Lavedo, in eredità al FAI, che la gestisce dal 1988.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.