Autunno piovoso, l’amaro bilancio di Coldiretti

pioggia

Tempo di bilanci per gli agricoltori lariani, che come sottolinea in una nota Coldiretti escono da uno degli autunni più piovosi con conseguenti danni alle colture.  “Le semine dei cereali sono state compromesse a causa delle piogge incessanti di ottobre e novembre, che pure hanno provocato la morte delle piantine già nate, soffocate nei campi sommersi dai ristagni d’acqua” si legge nel comunicato di Coldiretti emanato nel giorno di Santo Stefano.

“L’eccezionalità degli eventi atmosferici è ormai diventata la norma anche in Italia tanto che siamo di fronte ad una evidente tendenza alla tropicalizzazione che – evidenzia il presidente di Coldiretti Como Lecco Fortunato Trezzi insieme al direttore Giovanni Luigi Cremonesi – si manifesta con una più elevata frequenza di eventi estremi con sfasamenti stagionali e territoriali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo. Una situazione che preoccupa sempre più gli italiani con 3 su 4 (75%) spaventati dai cambiamenti climatici secondo l’indagine Coldiretti/Ixe’”.

A questa situazione non è certamente estraneo il fatto che il territorio è stato reso più fragile dalla cementificazione e dall’abbandono che negli ultimi 25 anni secondo la Coldiretti ha fatto sparire in Italia oltre ¼ della terra coltivata (-28%) con la superficie agricola utilizzabile in Italia che si è ridotta ad appena 12,8 milioni di ettari: un fenomeno da cui non è purtroppo estraneo il territorio delle due province di Como e Lecco.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.