Azzurri in campo a Taranto. Tre punte contro i pugliesi dell’ex lariano Dionigi

Oggi l’11° turno in Prima Divisione
C’è anche il nuovo presidente Amilcare Rivetti al seguito del Como, che oggi alle 14.30 allo stadio Iacovone affronta il Taranto. L’imprenditore del caffè l’aveva annunciato: «La mia prima mossa? Prenotare l’aereo con la squadra e andare con i ragazzi in Puglia assieme a loro». E così ha fatto: Rivetti e la moglie ieri hanno preso il volo, giunto nel tardo pomeriggio a Bari, con gli azzurri.
Un segnale importante per la squadra, che pochi giorni fa aveva “convocato” i dirigenti per

chiedere lumi sulla situazione societaria. E Rivetti aveva garantito che, in caso fosse diventato presidente, sarebbe stato vicino fin da subito ai giocatori. E così ha fatto.
In campo oggi ci saranno due squadre entrambe reduci da una sconfitta. Il Como domenica scorsa ha perso clamorosamente in casa con la Tritium, mentre il Taranto, nel posticipo di lunedì, è uscito battuto dal Benevento.
Mister Ernestino Ramella alla vigilia di questa gara ha parlato di uno «schieramento coperto» anche se alla fine scenderanno in campo pur sempre tre punte.
Dieci giocatori hanno la certezza di essere schierati, mentre solo per un ruolo l’allenatore si concederà la scelta all’ultimo minuto.
In difesa, da destra a sinistra davanti al portiere Giambruno, ci saranno Diniz, Zullo, Urbano e Som. A centrocampo in mezzo saranno schierati Lulli e Salvi, Ghidotti agirà sulla destra, mentre a sinistra ci sarà il ballottaggio: in lizza per un posto Ciotola e Filippini. In attacco ci saranno Toledo e Ripa.
Nel Taranto, secondo nella classifica del girone A alla pari con il Sorrento, sarà attaccante titolare un ex, Guazzo, che pochi anni fa ha fatto bene nel Como di mister Stefano Di Chiara. E in panchina siede un’altra vecchia conoscenza, quel Davide Dionigi che nella stagione 1994-1995 a suon di gol trascinò la squadra azzurra del presidente Mario Beretta, e allenata da Marco Tardelli, alla promozione in serie B.
Per Dionigi due importanti assenze in difesa: il portiere Bremec e Sosa, che sono stati squalificati dal giudice sportivo. «Per noi non sarà una gara facile – ha detto in settimana l’allenatore dei rossoblù – anche perchè il Como è una formazione che si chiude bene e sa ribaltare bene la situazione in contropiede».

Nella foto:
Nicola Ciotola
L’attaccante, che nella sua carriera ha anche militato con il Taranto, oggi è in ballottaggio con Filippini per un posto da titolare

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.