Baby gang in azione a Olgiate: rapina ad una prostituta, il più giovane ha 13 anni

Carabinieri di Olgiate Comasco

Hanno prima convinto una prostituta ad appartarsi in un’area di campi e boschi ad Olgiate Comasco. Poi, con l’arrivo a sorpresa di due complici, di cui uno armato di coltello a serramanico, l’hanno minacciata e rapinata. Ancora una baby gang protagonista nella notte di domenica nella provincia di Como. L’arrivo immediato dei carabinieri della stazione del paese, che già stavano pattugliando la zona come prevenzione proprio delle attività illecite legate ai boschi, ha però permesso di individuare tutti i responsabili e di recuperare anche la refurtiva che è stata restituita.

Un moldavo 17enne di Olgiate Comasco è stato arrestato e portato nel carcere minorile di Milano, il Beccaria. Due complici di 16 e 14 anni (entrambi italiani e residenti in paese) sono stati denunciati in concorso, mentre l’ultimo (residente sempre a Olgiate) è risultato essere non imputabile in quanto aveva appena 13 anni. La banda si era divisa i compiti. Il 16 e il 14 enne hanno raggiunto la prostituta – una italiana di 37 anni – ad appartarsi in un’area vicino a via Torino. Poi, una volta lontani da occhi indiscreti, è sopraggiunto il 17enne (accompagnato dal 13enne) per portare a termine la rapina.

Il più grande della baby gang aveva in pugno un coltello a serramanico e sotto la minaccia dell’arma si è fatto consegnare la borsa per poi fuggire assieme ai complici. La prostituta ha avvisato i carabinieri che, come detto, poco dopo erano sul posto alla caccia dei responsabili che sono stati individuati e fermati. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.