Bagni nel lago, l’Ats conferma l’ok a Villa Olmo
Ambiente, Cronaca, Sanità, Territorio, Turismo

Bagni nel lago, l’Ats conferma l’ok a Villa Olmo

Eccellente la situazione di Montorfano, Segrino, Pusiano e del Ceresio a Campione d’Italia

Tuffi consentiti in 17 lidi oggetto dei campionamenti sull’acqua di Ats Insubria, che ha concesso la balneabilità. Per quattordici spiagge si è addirittura raggiunto il livello eccellente. In una situazione, a parco pubblico di Brienno, il giudizio è buono, all’ex galoppatoio di Villa Erba il giudizio è ancora “in corso di classificazione” e a Villa Olmo, la pulizia dell’acqua si mantiene sufficiente.

Tintarella in riva al Lario, nella darsena di Villa Olmo Tintarella in riva al Lario, nella darsena di Villa Olmo

L’Ats vigila sull’aspetto igienico-sanitario legato alla balneazione, verificando che le acque non siano causa di rischio per la salute. I controlli di natura microbiologica, fisico-chimica e di monitoraggio algale verificano l’acqua da aprile a settembre, nei lidi più frequentati.

I dati vengono trasmessi al Ministero della Salute e pubblicati sul sito nazionale “Portale Acque”.
«La stagione balneare 2018, sulla base dei dati riscontrati nell’anno precedente, evidenzia che lo stato della qualità delle acque, del nostro territorio, risulta complessivamente soddisfacente» spiegano dall’Ats Insubria.

Per il Lago di Como bene quindi a Bellagio il Rivetto e Punta Spartivento, il lido di Faggeto, Bagnaia e Salice a Lezzeno, il lido di Moltrasio, Rosina a Nesso, Quanzito a Valbrona (sponda lecchese) e Villa Olmo a Como. Per Cernobbio, come anticipato, terminata la fase di studio, la classificazione verrà data al termine dei 16 campionamenti.

Cattive notizie invece per George Clooney, la “sua” Laglio, pur classificata sufficiente, non è temporaneamente balneabile, per lavori in corso.

Non balneabile, rispetto alla stagione precedente, anche una spiaggia di Lezzeno. Avviata la fase di studio per l’inserimento come siti di monitoraggio per la balneazione su due spiagge di Como: Villa Geno e il Tempio Voltiano. Al momento i tuffi sono vietati in questi due luoghi.
Bene anche il Lago di Lugano al lido di Campione d’Italia e i bacini di Montorfano, di Pusiano e del Segrino, tutti eccellenti.

Ats Insubria ricorda ai bagnanti di controllare, se vi siano particolari cartelli nei pressi dei lidi».
«Nelle aree dove è consentita la balneazione – aggiungono – è fondamentale adottare sempre comportamenti prudenti, astenendosi da tuffi pericolosi ed evitando di entrare in acque che potrebbero essere interessate da correnti insidiose».

11 maggio 2018

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto