Banda in azione in un appartamento. Nella fuga, un malvivente spara

alt

Inquietante episodio a Como
È accaduto in via Bellinzona. Nessun ferito. Rubati soldi e gioielli

Sorpreso e inseguito dal padrone di casa dell’appartamento che stava svaligiando, in via Bellinzona a Como, un ladro è fuggito a piedi e, correndo, ha sparato in aria per spaventare e fermare l’uomo che lo tallonava. Obiettivo raggiunto, visto che il malvivente, come i suoi complici, è riuscito a dileguarsi. Sequestrata la macchina della banda, risultata rubata.
La sera della Vigilia di Natale, un

uomo di 50 anni residente nella zona dell’ex clinica “Villa Aurora”, in via Bellinzona, era a cena fuori casa. Attorno alle 22, il comasco è stato avvisato dall’attivazione dell’antifurto del suo appartamento. Con i due figli, entrambi maggiorenni, è tornato a casa per verificare cosa fosse accaduto, convinto che fosse un guasto o un problema all’impianto.
Arrivato a casa, invece, il 50enne ha sorpreso i ladri all’interno dell’abitazione. La banda, composta, secondo la testimonianza del comasco, da almeno 5 persone, aveva tagliato la cassaforte con il flessibile e aveva iniziato a impossessarsi del contenuto. Alla vista del padrone di casa, i malviventi sono immediatamente fuggiti.
Rientrando in via Bellinzona, l’uomo aveva notato una macchina sospetta e aveva parcheggiato la sua vettura in modo da bloccare il mezzo. L’auto, un’Audi, era in effetti quella dei malviventi. Non potendo allontanarsi con la macchina, i ladri sono fuggiti a piedi cercando di dividersi e prendere direzioni diverse. Senza scoraggiarsi, il 50enne ha inseguito uno dei malviventi, cercando di raggiungerlo e bloccarlo. Accorgendosi di essere inseguito, il malvivente ha estratto dalla giacca una pistola, forse una scacciacani, e ha esploso almeno un colpo, sparando verso l’alto. Approfittando quindi del comprensibile attimo di esitazione del suo inseguitore, il ladro è riuscito a dileguarsi. Lo stesso hanno fatto i complici.
In via Bellinzona, allertati dall’uomo e dai suoi figli sono intervenuti gli agenti delle volanti della Questura di Como. I poliziotti hanno raccolto la testimonianza del cinquantenne e hanno avviato le ricerche nella zona in cui i ladri erano fuggiti. La banda però si era ormai dileguata. Prima di fuggire, i ladri sono riusciti ad arraffare alcuni gioielli custoditi nella cassaforte e una somma in contanti non ancora quantificata. La macchina della banda, bloccata come detto dal padrone della casa presa di mira, è stata subito controllata dagli agenti. La vettura è risultata rubata. All’interno, i poliziotti hanno individuato altri oggetti: orologi, capi d’abbigliamento e monili. Quasi certamente si tratta del bottino di colpi messi a segno in precedenza dai malviventi.

Anna Campaniello

Nella foto:
La zona di via Bellinzona dov’è avvenuto l’episodio la sera della Vigilia di Natale. Per ora, dei delinquenti nessuna traccia (Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.