Bayehe: «Una vittoria che dà grande carica»

Jordan Bayehe

Una affermazione di grande valore per la Pallacanestro Cantù, che domenica scorsa, nel secondo turno di serie A2 è andata a vincere con un largo margine sul campo di Pistoia (68-82 il finale), una delle dirette concorrenti nella lotta per la promozione.
Dopo due turni, nel girone Verde sono quattro le formazioni in testa alla classifica a punteggio pieno. Oltre alla S.Bernardo-Cinelandia Park guidano la graduatoria Udine, Mantova e Torino. E il prossimo turno offre proprio un confronto di vertice, con i piemontesi che domenica prossima alle 17 saranno ospiti della squadra brianzola al PalaDesio.
«A Pistoia abbiamo giocato una gara solida – commenta Jordan Bayehe, centro della compagine canturina – Sicuramente abbiamo commesso degli errori e alcune sbavature potevano anche costarci caro perché i nostri avversari, grazie alla spinta del pubblico, sono riusciti a rientrare in partita in più di un’occasione. Come dice coach Marco Sodini starà a noi, nel corso della stagione, affinare l’intensità nell’arco dei 40 minuti».
«Dobbiamo limitare i cali di concentrazione – conclude Bayehe – solo così potremo chiudere le partite senza soffrire più del dovuto. Adesso testa alla prossima partita contro Torino: questa vittoria ci dà ulteriore carica».
Dal canto suo Marco Sodini sottolinea: «Abbiamo affrontato la miglior squadra del pre-campionato, questo non lo dico io ma i risultati che Pistoia è stata capace di ottenere in avvio di stagione – sono le parole dell’allenatore – Avevo chiesto ai miei ragazzi di giocare questa sfida come se fosse una di playoff, possesso per possesso. Devo dire, però, che non ci siamo riusciti granché perché siamo andati molto a strappi».
«Tuttavia – aggiunge il tecnico – credo che Cantù sia stata comunque più in grado di gestire la gara. In questo, dunque, siamo stati bravi. Giovanni Severini è stato eccezionale nel limitare Jazz Johnson e credo sia stato il primo a riuscirci dall’inizio della stagione».
Sodini si sofferma su un ulteriore aspetto. «Una delle nostre peculiarità, che deve assolutamente diventare un nostro marchio di fabbrica nel corso dell’anno, è l’impiego dei giocatori, nel senso che, nell’ultimo quarto, dovremo arrivare sempre ad avere maggiore freschezza rispetto ai nostri avversari. In questa seconda uscita abbiamo concesso a Pistoia soltanto 9 punti nel quarto periodo; solo 11 a Capo d’Orlando il weekend prima: è la strada corretta da seguire per riuscire a diventare una grande squadra. Tutte le migliori formazioni concedono pochissimo nell’ultima frazione di gioco».
Sodini conclude: «Abbiamo bisogno di continuità, dobbiamo distribuire le nostre energie meglio di come abbiamo fatto a Pistoia, anche se c’è stato un miglioramento rispetto alla gara con Capo d’Orlando; serve avere un rendimento costante, su ogni singolo possesso, per tutti i 40’».
Domani, intanto, si chiude definitivamente la campagna abbonamenti dei club brianzolo, che una settimana fa ha deciso di riproporre la vendita per le tessere della stagione 2021-2022. Oltre che sul circuito Vivaticket, è possibile procedere all’acquisto a Cermenate, nella sede della società, dalle 16 alle 19. I prezzi vanno dai 155 euro per secondo anello e curva ai 570 del parterre. I soci di Tutti insieme Cantù hanno diritto ad uno sconto del 10%; costi ridotti anche per gli Under 14 e Over 70.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.