Basket donne, scatta la prima serie A senza Comense

Torneo 2012-2013 – Il via a Pescara
Scatta nel fine settimana il campionato di serie A1 femminile 2012-2013 il primo di una nuova era per la palla a spicchi nostrana, quella senza il Pool Comense, la società più titolata, con 15 scudetti 5 Coppa Italia, 6 Supercoppe italiane; senza dimenticare le due Coppe dei Campioni, un Mundialito e cinque scudetti giovanili.
Il crack estivo ha celebrato alla peggio il 140° anniversario dello storico club di via dei Partigiani, portando alla cancellazione del basket nerostellato che quindi, dopo il brillante 3° posto
 conquistato l’anno scorso alla sua ultima partecipazione in serie A1, quest’anno dovrà fare da spettatore.
E pensare che sabato sera, nel corso del Gran Galà di Pescara dove si svolgerà la 18ª edizione degli Oscar “Donne & Basket”, verranno assegnati ben tre premi ad altrettanti protagonisti dell’ultima Comense: allo storico presidente Antonio Pennestrì (riconoscimento speciale alla carriera per i suoi 28 anni al timone del club di via dei Partigiani), all’ex capitana Jill Harmon (miglior giocatrice straniera dell’ultimo campionato) così come a Laura Spreafico (miglior giovane del massimo torneo italiano). Da segnalare, inoltre, che coach Loris Barbiero è arrivato secondo tra i tecnici preceduto solo dall’ex comasco Roberto Ricchini.
Premi che fanno crescere il rammarico tra i Fedelissimi, i tifosi lariani che però avranno più di un motivo per seguire lo stesso il massimo campionato e tifare per quelle giocatrici che fino a pochi mesi fa hanno vestito la gloriosa canotta nerorosastellata.
L’ultimo capitano, Jill Harmon, è volato a Parma dove ritrova due grandi ex bianconere come Francesca Zara e Gergana Slavcheva; Masha Maiorano, colei che è passata alla storia per aver segnato l’ultimo canestro della Comense nella gara 5 di serie di semifinale scudetto a Schio, ha firmato con la neopromossa Orvieto dove è compagna di squadra dell’ex Martina Fassina.
Laura Benko, vicecapitano dell’ultima stagione, si è accordato a fine estate niente meno che con le tricolori della Famila Schio dove trova Raffaella Masciadri e Chicca Macchi.
Giulia Pasqualin, uno dei prodotti più brillanti del vivaio nerostellato, è andata al Cus Chieti, dove militano altre due ex come Valentina Gatti ed Elisa Silva; Laura Spreafico, l’altro gioiellino del 1991 già azzurra, è andata a Lucca in prestito da Schio (con cui ha firmato un triennale) e ritrova in Toscana Mery Andrade.
Giulia Gatti, il playmaker rivelazione dell’ultima stagione, è tornata a Taranto dove ritrova l’ex coach lariano Roberto Ricchini; Valentina Donvito proprio in questi giorni si è accordata con Priolo, dove raggiunge le ex Elena Bestagno e Valentina Fabbri.
Senza dimenticare che la migliore straniera dell’ultimo campionato, l’ex nerostellata Cameo Hicks, ha deciso di tornare in Svizzera nel Riva San Vitale, che l’aveva lanciata prima di arrivare a Como. Invece la sua connazionale Brooke Smith, una delle lunghe più amate e affermate in maglia nerostellata, ha deciso di smettere la carriera da giocatrice.
Destini diversi per lo staff tecnico: coach Loris Barbiero ha aspettato e sperato fino all’ultimo in un esito positivo del caso Comense tanto da ritrovarsi senza panchina; il suo vice Enrico Montefusco è migrato in Svizzera nel maschile mentre l’altro assistente Diego Oldani ha sposato la causa del Basket Como (serie C).

Andrea Piccinelli

Nella foto:
Brooke Smith, addio al basket giocato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.