Bidello accusato di molestie all’alunna La famiglia della ragazza è parte civile

Ieri il via al processo
(m.pv.) Si è aperto ieri mattina il processo al bidello di un liceo della Brianza comasca, arrestato lo scorso febbraio in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare ai “domiciliari” chiesta dalla Procura di Como (pm Massimo Astori). L’uomo, 58 anni, padre di famiglia e nonno di due nipotini, è accusato di violenza sessuale ai danni di una studentessa di appena 15 anni che frequenta l’istituto dove il bidello lavora.

La ragazza sarebbe stata palpeggiata nelle parti intime mentre si trovava in infermeria in seguito ad un malore accusato poco prima. Ieri si è aperta l’udienza e i familiari della presunta vittima si sono costituiti parte civile. Il processo è stato poi rinviato al 21 gennaio quando inizieranno a sfilare i testi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.