Birmania: hacker anti golpe prendono di mira siti governo

Attaccata anche Banca Centrale e pagina propaganda Esercito

(ANSA) – RANGOON, 18 FEB – Un gruppo di hacker in Birmania ha preso di mira oggi una serie di siti internet del governo in segno di protesta contro il colpo di Stato militare. I cyberattacchi seguono le nuove proteste di ieri da parte di migliaia di birmani contro la giunta, nonostante il timore di un’escalation di violenza espresso questa settimana dalle Nazioni Unite. Il gruppo, denominato ‘Myanmar Hackers’, ha attaccato – tra gli altri – il sito della Banca Centrale del Paese, la pagina web di propaganda dell’Esercito, il sito dell’emittente tv statale MRTV, quello dell’Autorità portuale e quello dell’Agenzia farmaceutica. "Stiamo lottando per la giustizia in Birmania", ha reso noto il gruppo sulla sua pagina Facebook: "E’ come una protesta di massa della gente davanti ai siti web del governo". Il giornale statale ‘New Light of Myanmar’ ha confermato che i siti internet miliari erano "sotto attacco". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.