Bivacco in Santarella, il Comune promette verifiche

Santarella Ticosa

Il caso del campeggio che il “Corriere di Como” ha documentato all’interno dell’ex centrale termica “Santarella” nell’area ex Ticosa mette in allarme la giunta di Como. L’assessore alla Sicurezza di Palazzo Cernezzi, Elena Negretti, si è interessata dopo il nostro articolo presso la polizia locale e la Questura per informarsi se erano giunte segnalazioni rispetto a movimenti sospetti nell’area. Che, lo ricordiamo, lo stesso assessore Negretti due anni fa aveva fatto murare e ripulire dopo che da anni era sede di bivacchi improvvisati da parte di senzatetto e sbandati.
Ora qualcuno è tornato, come documentano le foto e le segnalazioni che ci sono giunte in redazione su movimenti e presenze all’interno della struttura. Il Comune vuole vederci chiaro e, come annuncia la stessa Elena Negretti, «le forze dell’ordine non mi hanno segnalato interventi sull’area, ma ugualmente nella giornata di lunedì faremo le opportune verifiche con gli uffici comunali per monitorare la situazione».
Lo stesso assessore sabato sera, dopo la lunga giornata di riunioni a causa della crisi politica in giunta, chiuso l’ufficio si è recata sull’area ex Ticosa di persona per verificare lo stato delle recinzioni in modo da poter avere più elementi di valutazione possibili. «A breve contiamo di avere un quadro della situazione – ha commentato – in modo da poter procedere al meglio». La presenza di senzatetto in una struttura pericolosa e insalubre e già oggetto di un incendio è una costante da ormai vent’anni e ripetute sono state le segnalazioni al Comune e alle forze dell’ordine dell’andirivieni di persone da e per la ex centrale termica da parte dei residenti della zona.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.