Blogger Kok ucciso nel 2016, un arresto

Lettone arrestato dai carabinieri in un albergo del torinese

(ANSA) – TORINO, 8 GEN – Era nascosto in un hotel di San Mauro Torinese Aleksejs Rustanovs, latitante lettone di 29 anni. I carabinieri l’hanno scoperto durante un controllo nell’albergo, dove risultava registrato come Christopher Hughs: l’uomo era colpito da mandato di arresto europeo emesso dalle autorità scozzesi. Considerato il capo di un’associazione criminale con finalità di traffico internazionale di droga e armi, è ritenuto coinvolto nell’omicidio di Martin Kok, blogger olandese con un passato criminale ucciso nel dicembre 2016 a Laren, nel parcheggio di un sex club. Personaggio controverso, Kok aveva 49 anni, una lunga carriera criminale fatta di estorsioni e omicidi. Per sostenersi in carcere, creò ‘Butterflies Crime’, diventato uno dei blog più visitato nei Paesi Bassi. Una "discarica oscura di informazioni criminali", come veniva definito, diventato ben presto fonte autorevole per gli stessi media. Sul blog Kok aveva pubblicato i nomi di alcuni criminali e questo potrebbe essere il movente dell’omicidio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.