Bonifica Ticosa, annullato del tutto il bando, c’era un errore. Perso un altro anno

Como, area Ticosa

Bonifica dell’area Ticosa di Como, si riparte daccapo e in questo caso la maledizione che accompagna la zona dismessa non c’entra nulla. Il bando per l’appalto dei lavori è stato annullato dallo stesso Comune di Como a causa di «vizi nella documentazione della gara bandita alla fine di febbraio 2020», come riporta una nota Palazzo Cernezzi.
Si tratta di errori rilevanti di carattere sia formale (come la mancata pubblicazione in Gazzetta Ufficiale di modifiche essenziali ai documenti di gara intervenute nel corso della procedura) sia sostanziale (erronea configurazione dei requisiti di legge previsti per lo smaltimento di rifiuti speciali).
In sostanza il bando uscito dagli uffici comunali è sbagliato, tutto da rifare. Slitta così l’ennesimo passaggio di una bonifica infinita, quello sull’ultima porzione di terreno, la cosiddetta “cella 3”, ovvero l’area che si trova dietro all’edificio della Santarella.
Gli errori presenti nel bando sono emersi soltanto dopo la notizia del ritiro da parte della ditta che si era aggiudicata la gara, un’associazione temporanea d’impresa.
Un passaggio, quest’ultimo, che ha aumentato i costi di 280mila euro e allungato ulteriormente i tempi. Nel momento in cui i tecnici hanno svolto le verifiche sui partecipanti seguenti in graduatoria, sono saltate fuori le anomalie che hanno portato il Comune alla drastica decisione: la gara d’appalto indetta a febbraio 2020 sarà annullata.
«Ieri è stata inviata a tutti i concorrenti collocati nella graduatoria della gara relativa all’affidamento dei lavori di bonifica dell’area ex Ticosa una comunicazione di avvio del procedimento di annullamento della procedura di gara, al fine di consentire ai concorrenti di presentare eventuali osservazioni e/o interessi contrari alla revoca degli atti. Il procedimento verrà concluso entro 30 giorni dalla comunicazione di avvio e l’esito sarà pubblicato all’albo pretorio», si legge nella nota inviata dall’ufficio stampa del Comune. Un anno perso e tutto resta ancora fermo. Il Comune non affiderà i lavori della bonifica ma dovrà ripartire con una nuova gara, mentre e il recupero dell’area resta ormai un miraggio. 

 

La notizia dell’errore è stata confermata da una nota dell’ufficio stampa di Palazzo Cernezzi che pubblichiamo di seguito.

Bonifica ex Ticosa, avviato il procedimento di annullamento della procedura di gara


Ieri è stata inviata a tutti i concorrenti collocati nella graduatoria della gara relativa all’affidamento dei lavori di bonifica dell’area ex Ticosa una comunicazione di avvio del procedimento di annullamento della procedura di gara, al fine di consentire ai concorrenti di presentare eventuali osservazioni e/o interessi contrari alla revoca degli atti. Il procedimento verrà concluso entro 30 giorni dalla comunicazione di avvio e l’esito sarà pubblicato all’albo pretorio.

L’avvio del procedimento si è reso necessario in quanto, in sede di esame dei requisiti posseduti dai partecipanti seguenti in graduatoria, sono emersi dei vizi nella documentazione della gara bandita alla fine di febbraio 2020. I vizi sono di carattere sia formale (mancata pubblicazione in Gazzetta Ufficiale di modifiche essenziali ai documenti di gara intervenute nel corso della procedura) sia sostanziale (erronea configurazione dei requisiti di legge previsti per lo smaltimento di rifiuti speciali).

Per poter procedere all’annullamento d’ufficio, tuttavia, non è sufficiente che vi siano dei vizi, ma è necessario che vi sia anche un interesse pubblico specifico e concreto, che nella fattispecie è rappresentato dall’ interesse dell’Amministrazione ad affidare i lavori di bonifica a un operatore in possesso dei necessari requisiti di legge e a fare ciò nel più breve tempo possibile. Per questo motivo, nella comunicazione di avvio è stato precisato che l’annullamento è finalizzato e propedeutico alla riedizione della gara.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.