Borsa: Asia chiude in calo dopo banca centrale cinese

Pesano anche timori su ripresa negli Stati Uniti

(ANSA) – MILANO, 20 AGO – Le Borse asiatiche chiudono in calo nel giorno in cui la Banca centrale cinese ha deciso di lasciare invariato per il quarto mese di fila il Loan prime rate (Lpr). La decisione della Bpoc arriva mentre il rendimento dei titoli di stato ha toccato il 3% sui timori di una crisi di liquidità. Gli investitori guardano anche con preoccupazione alle valutazioni espresse dalla Federal Reserve sulle capacità di ripresa dell’economia Usa. Tokyo (-1%) archivia la seduta in rosso. Sul mercato valutario lo yen tratta poco sopra 106 sul dollaro, e a 125,60 sull’euro. A mercati ancora aperti sono in rosso Hong Kong (-1,9%), Shanghai (-1,2%), Shenzhen (-1,1%), Seul (-3,7%), e Mumbai (-0,7%). Sul fronte macroeconomico in arrivo i dati sui prezzi alla produzione in Germania e la tendenza degli ordini industriali nel Regno Unito. Atteso anche l’indice della produzione nel settore delle costruzioni dell’Eurozona. Dagli Stati Uniti attese le richieste settimanali di disoccupazione. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.