Borsa: Asia in bilico tra coronavirus e Fed, Tokyo -0,35%

Atteso discorso Jerome Powell

(ANSA) – MILANO, 27 AGO – Borse contrastate in Asia e Pacifico, con i casi di coronavirus oltre quota 24 milioni nel mondo, nel giorno in cui prende la parola il presidente della Fed Jerome Powell per aprire il tradizionale simposio dei banchieri centrali a Jackson Hole. Segno meno per Tokyo (-0,35%), Taiwan (-0,28%) e Seul (-1,05%), positiva Sidney (+0,16%), a due velocità anche Hong Kong (-1%), Shanghai (+0,33%) e Mumbai (+0,39%), ancora in fase di contrattazioni. Negativi i futures sull’Europa e su Wall Street in attesa di dati dalla Francia sullo stato congiunturale e sugli investimenti industriali trimestrali. Seguono gli ordini e le vendite industriali italiane e dall’Ue la massa monetaria di luglio e i prestiti alle istituzioni non finanziarie e ai privati. Dagli Usa, oltre al già citato discorso del presidente della Fed, arrivano le richieste di sussidi, i profitti trimestrali delle società, il Pil trimestrale, la spesa per i consumi, le vendite pendenti di abitazioni e gli indici Fed di Kansas City. Prese di beneficio a Tokyo sui grandi esportatori, con il rafforzamento dello yen sul dollaro. In particolare hanno ceduto i costruttori d’auto Mazda (-3,24%), Subaru (-3,1%) e Toyota (-0,7%). Sotto pressione Nikon (-3,95%), fiacche Casio (-0,25%), Panasonic (-0,19%) e Sony (-0,14%) . (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.