Borsa: Europa frena con Wall Street e greggio, Milano -1,2%

Pesano timori Bce e aumento sussidi Usa

(ANSA) – MILANO, 18 FEB – Frenano ulteriormente le principali borse europee, in linea con il calo degli indici Usa dopo dati macro peggiori delle stime sul fronte delle richieste di sussidi di disoccupazione. Meglio delle stime ma pur sempre a passo di gambero la fifucia dei consumatori misurata dalla Fed di Fioladelfia. Dopo le preoccupazioni emerse dai verbali della Bce proseguono le vendite su quasi tutti i settori, portando visibilmente sotto la parità gli indici. La peggiore continua ad essere Londra (-1,6%), ma non fa molto meglio Milano (-1,2%). Più caute Madrid (-0,9%), Parigi (-0,7%) e , soprattutto, Francoforte (-0,2%). Gira al ribasso il greggio (Wti -0,9% a 60,61 dollari e Brent -0,7% a 63,9 dollari al barile), mentre lo spread tra Btp e Bund tedeschi risale a 99 punti base, con il rendimento dei titoli decennali in rialzo allo 0,657%. Sotto pressione i bancari Barclays (-5,64%), dopo i conti peggiori delle stime, NatWest (-3,28%), che secondo la stampa irlandese si preparerebbe a lasciare il mercato locale, ed Hsbc (-3,35%). In Piazza Affari cedono Inwit (-3,2%), Diasorin (-2,7%) e Nexi (-2,33%), mentre si riporta in parità Campari, scesa fino al 2% dopo conti che hanno deluso le attese degli analisti. Il ritorno di fiamma di una possibile integrazione tra Bper (-1,76%) e Banco Bpm (-0,61%) non aiuta i titoli coinvolti, compresa Unipol (-2%). Pochi i rialzi, limitati ad A2a (+1,07%) e Stellantis (+0,41%). Azzera il rialzo Saipem, invariata, che ha siglato un accordo con Danieli (-2,7%) e Leonardo (-2,8%) sull’acciaio verde. Contrastati i produttori di microchip. Salgono Soitec (+3%) e Infineon (+0,6%), scivola invece Stm (-1,37%). (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.