Borsa: Europa sale con futures, attesa per Fed, Milano +2%

Mercati guardano a spoglio schede Usa

(ANSA) – MILANO, NOV 5 – Allungano il passo le principali borse europee al traguardo di metà seduta, con Piazza Affari (Ftse Mib +2%) sempre in testa davanti a Francoforte e Madrid (+1,7% entrambe), Parigi (+1,3%) e Londra (+0,4%). Dimenticata la paura per il coronavirus gli investitori si concentrano sullo spoglio negli Usa, dove si allarga il vantaggio di Joe Biden sul presidente uscente Donald Trump. Dopo l’inatteso aumento dello stimolo monetario della Banca d’Inghilterra, salito a 875 miliardi di sterline e il calo delle stime sulla crescita da parte dell’Ue sono in arrivo le nuove richieste di sussidi di disoccupazione e, soprattutto, la decisione della Fed sui tassi, attesi invariati dagli analisti. In calo il dollaro a 1,18 sull’euro, il greggio (Wti -0,9% a 38,8 dollari al barile) e lo spread, tra Btp e Bund tedeschi, che si riduce sotto quota 129,5 punti. Contrastati i titoli dei gruppi che hanno diffuso la trimestrale, da ArcelorMittal (-2,15%) ad Astrazeneca (+0,45%), da Commerzbank (-6,59%) ed Ing (-6,18%) ad Unicredit (+0,1%), piuttosto nervosa, e Tenaris (+11,84%). Poco mossa Mps (+0,09%), che li diffonde in giornata insieme a Bper (-0,09%) e Banco Bpm (+0,37%). Bene Intesa Sanpaolo (+2%), sull’onda lunga della trimestrale. In luce i tecnologici Dialog (+4,87%), Infineon (+3,9%), Asml (+4,26%), Asm (+4,6%) ed Stm (+2,83%) su ipotesi di una maggior richiesta di microprocessori da parte di Apple, a corto di forniture. Il nervosismo delle quotazioni del greggio frena Saipem (-1,4%), Eni (-0,4%), Shell (-1,1%), Total (-0,7%) e soprattutto Bp (-2,75%). (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.