Borsa: Europa sale nonostante taglio stime Ue, Milano +1,8%

Futures Usa positivi

(ANSA) – MILANO, NOV 5 – Il taglio delle stime Ue sulla crescita economica non intacca più di tanto i principali listini europei, spinti dai futures Usa in attesa della decisione della Fed sui tassi e del verdetto delle urne. I mercati sembrano scommettere sul vantaggio di Joe Biden sull’uscente Donald Trump. Milano (+1,8%) è la migliore seguita da Madrid e Francoforte (+1,3% entrambe), mentre Parigi (+1%) e soprattutto Londra (+0,6%) appaiono più caute. Effetto conti trimestrali su ArcelorMittal (-0,37%), Astrazeneca (+0,2%), Commerzbank (-6,55%), Ing (-6,15%), Unicredit (+0,77%) e Tenaris (+12,76%). Poco mossa Mps (+0,27%), che li diffonde in giornata insieme a Bper (+1,45%) e Banco Bpm (+1,19%), mentre si riduce a 128,3 punti il divario tra Btp e Bund tedeschi. Bene Intesa Sanpaolo (+1,99%), sull’onda lunga della trimestrale. In luce i tecnologici Dialog (+7,2%), Stm e Infineon (+3,3% entrambe), Asml (+4,35%) e Asm (+5,69%) su ipotesi di una maggior richiesta di microprocessori da parte di Apple, a corto di forniture. Riduce il calo il greggio (Wti -0,3% a 39,04 dollari), di nuovo sopra quota 39 dollari, e si adeguano Saipem (-0,42%), Eni (+0,06%), che gira in positivo, Shell (-0,76%), e Total (-0,65%). Resta pesante invece Bp (-2,23%). (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.