Borsa: Milano cauta (+0,2%), banche in ordine sparso

Male industria

(ANSA) – MILANO, 08 GEN – Prosegue la seduta cauta Piazza Affari (+0,2%), con il governo alle prese con le nuove misure di contenimento del Covid 19, mentre il Paese attende di capire se si profili una crisi per l’Esecutivo. Stm continua la sua corsa (+3,7%) con i ricavi preliminari in rialzo, e va bene Amplifon (+2,5%). Rimbalzo per i farmaceutici, con Recordati (+1,3%) e Diasorin (+0,8%). Con lo spread sceso sotto 104 punti, bene alcune banche, a partire da Unicredit (+2,5%), con in ballo le eventuali nozze con Mps (+0,2%). In rosso invece altre, come Banco Bpm e Bper (-0,3%), che rimbalzano dagli sprint del giorno prima, e Intesa (-0,5%). Giù i petroliferi, da Tenaris (-0,2%) a Saipem e Eni (-0,6% entrambi), pur col greggio in rialzo (wti +1,6%) a 51,6 dollari al barile. In perdita l’industria, con Interpump (-3,9%), Prysmian (-3%) e Buzzi (-1,9%) e Leonardo (-1,2%), al contrario del giorno precedente. Male le auto con Fca (-3%) e Ferrari (-0,5%). In ribasso Mediobanca e Poste (entrambe -1%). Fuori dal listino principale bene Ovs (+4,7%) col via libera del Mise all’acquisizione di alcuni asset di Stefanel. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.