Borsa: Milano debole (-0,5%), pesa Atlantia, in luce Mps

Intesa e Ubi in calo con Banco Bpm e altre banche. Bene Stm

(ANSA) – MILANO, 09 LUG – Piazza Affari dopo un avvio positivo, va in calo (Ftse Mib -0,5%) . Nella seduta è protagonista, in negativo, Atlantia, finita due volte in asta di volatilità (e poi agli scambi in calo dell’8,2%) col peggioramento della posizione della società dei Benetton nelle trattative col governo su Aspi dopo la pronuncia della Corte Costituzionale sull’esclusione, giudicata legittima, della concessionaria autostradale nella costruzione del nuovo ponte di Genova. La scelta nel Regno Unito del test sierologico Liaison non aiuta Diasorin (-1,9%). Si confermano bene intonate invece Buzzi Unicem (+1,7%), Stm (+1,13%) in una buona giornata per il settore dopo le indicazioni della tedesca Sap sopra le stime e all’indomani di un altro record segnato dal Nasdaq. Azimut, che ha diffuso la raccolta a giugno, cede lo 0,89% . Mentre lo spread si assesta a 165,6 punti con un rendimento delle decennale all’1,2% e prosegue intanto il collocamento di Btp Futura, tra le banche nel complesso deboli c’è Intesa (-0,88% a 1,74 euro), che con l’ops ha messo sul piatto 17 sue azioni per ogni azione Ubi (-0,39% 3,1 euro). Giù anche Banco Bpm (-1,8%) considerata possibile acquirente di Mps (+1,19%), la quale beneficia della conferma arrivata dal ministro dell’Economia Gualtieri sull’uscita dello Stato nel 2021. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.