Borsa: Milano rallenta (+0,2%) dopo dati Istat, giù banche

Giù industria e Poste. Su petroliferi

(ANSA) – MILANO, 31 AGO – Rallenta Piazza Affari (+0,2%) dopo i dati Istat sul Pil e i prezzi al consumo. In cima al listino principale resta Diasorin (+3,5%), che rimbalza dopo le forti perdite della settimana passata. Bene Tim (+1,7%), nel giorno del Cda sulla rete, anche per Cdp, il lusso, sulla scia dell’Asia, con Moncler (+1,7%) e Ferragamo (+1,5%), Mediobanca (+0,9%) sulla scia del via libera Bce all’aumento di Delfin. Sostenuti i petroliferi, da Tenaris (+1,5%) a Saipem (+1,4%) e Eni (+0,4%), col greggio in corsa (wti +1,3%) a 43,5 dollari al barile. Guadagni per Italgas (+1,8%), Pirelli (+1,3%), bene Fca (+0,8%). Più incerte le banche, da Unicredit (+0,3%) a Intesa (+0,06%), con in negativo Banco Bpm (-0,2%), Fineco (-0,6%) e Bper (-%), con lo spread in leggera risalita a 144,5 punti. In rosso Banca Mediolanum (-1%), Unipol (-0,9%), Poste (-0,7%). Nell’industria male Prysmian (-0,6%) e Buzzi (-0,5%). (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.