Borsa: Milano si conferma fiacca (-0,2%) dopo asta, male banche

Spread in area 122 punti

(ANSA) – MILANO, 13 OTT – Piazza Affari si conferma fiacca con il Ftse Mib che cede lo 0,20% a 19.678 punti dopo che è tornato negativo il tasso del Btp a 3 anni nell’asta odierna del Tesoro. Restano sotto pressione i bancari con Mps che lascia sul terreno il 4,99%, Bper il 3,46% con l’istituto che è impegnato nell’aumento di capitale per rilevare da Intesa 532 sportelli di Ubi. Sempre nel credito vendite anche su Banco Bpm (-2,45%), Mediobanca (-1,79%) e Unicredit (-1,78%): su quest’ultima ll Sole 24 Ore indica una accelerazione sui tempi di scissione delle attività estere con le ipotesi ipo del 50% alla Borsa di Francoforte. Lo spread tra btp e bund viaggia sopra quota 122 punti. Male anche Leonardo (-2%), Saipem (-1,4%). Ben comprate invece Tim (+1,73%), Inwit (+1,35%), Atlantia (+1,43%). Fuori dal paniere principale corre Tinexta (+11,95%) in scia a tre acquisizioni e l’ingresso nella cybersecurity (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.