Borsa: realizzi in Europa, futures in rosso, Milano -0,6%

Spread scende sotto i 124 punti

(ANSA) – MILANO, NOV 12 – Prevalgono le prese di beneficio in Europa dopo le scoppiettanti sedute precedenti sull’onda dei progressi segnati per il vaccino anti-Covid. Dopo dati non entusiasmanti in Giappone e nel Regno Unito prevale il segno meno sui principali listini, con i futures Usa in rosso in attesa delle richieste di sussidi. Ad aggravare il quadro l’inversione di rotta del greggio (Wti -0,3% a 41,28 dollari). In calo a meno di 124 punti lo spread tra Btp e Bund, mentre il dollaro si indebolisce di nuovo sfiorando il cambio di 1,18 nei confronti dell’euro. Milano (Ftse Mib -0,6%) è la migliore davanti a Parigi e Francoforte (-1% entrambe), Londra (-0,95%) e Madrid (-0,8%). Le vendite colpiscono in particolare i petroliferi Shell (-2,22%), Bp (-2,1%), Eni (-1,36%) e Total (-1,34%). Giù anche Saipem (-3,3%) e Tenaris (-1,7%). Proseguono gli acquisti sui tecnologici Bed Semiconductor (+1,6%) e Asm (+0,8%), mentre Stm (-0,1%) e Infineon (+0,07%) ruotano intorno alla parità. Segno meno per ibancari Bnp (-3,2%), Credit Agricole (-3,63%), Barclays (-2,7%) e Bbva (-2,8%). In Piazza Affari sono contrastate Unicredit (-1,62%), Intesa (-1,2%) e Banco Bpm (+0,17%), mentre fa il botto Poste (+2,65%) dopo i conti dei primi 9 mesi. Proseguono gli acquisti sui farmaceutici Novo Nordisk (+1,7%), Lonza (+2,43%) e Merck (+1,93%) insieme a Recordati (+2,04%) e Diasorin (+2,78%) in Piazza Affari. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.