Borse cinesi a picco, in fumo 420 mld

Tracollo dei listini sui timori dell'epidemia di coronavirus

(ANSA) – PECHINO, 3 FEB – Nel giorno di riapertura dei mercati dopo la pausa del Capodanno lunare, le Borse cinesi, tra Shanghai e Shenzhen, hanno mandato in fumo 420 miliardi di dollari in termini di capitalizzazione:, Shanghai ha perso il 7,72%, Shenzhen il’8,41%. A pesare sono i timori per il coronavirus che invece non hanno influenzato le aperture delle piazza europee, tutte positive. Milano ha aperto in rialzo dello 0,26%, in linea con Parigi e Londra, nel primo giorno di contrattazioni post Brexit.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.