Bottigliata in testa al rivale: a Mariano arrivano i carabinieri

Ospedale Cantù

Una lite, in cui un ruolo importante potrebbe averlo giocato l’alcol bevuto dai due contendenti. Due uomini, nella serata di mercoledì, sono venuti alle mani e uno dei due è rimasto ferito alla testa. Un taglio che ha reso necessario l’intervento del 118 e il trasporto al pronto soccorso dell’ospedale di Cantù, nella foto, per una valutazione della situazione. Il codice è stato il verde, quindi di bassa gravità. Su posto – per verificare quello che era accaduto – sono comunque arrivati i carabinieri della Tenenza di Mariano Comense, dove è avvenuto il fatto.
I protagonisti della lite sono stati due marocchini regolari in Italia, che si sono prima insultati e poi picchiati per motivi futili che, come detto, potrebbero essere stati amplificati dalla quantità di alcol che avevano in precedenza assunto. La lite è avvenuta in via Giovanni Songia in piena notte, all’una e mezza circa. A un certo punto, nelle mani di uno dei due contendenti, è sbucata una bottiglia di vetro che ha poi colpito l’avversario al capo causandogli una ferita lacero contusa con una abbondante perdita di sangue. Un versamento ematico che in un primo momento ha fatto allertare i soccorsi in codice giallo, quello di media gravità. Il ferito, 31 anni, residente a Rogeno, nel Lecchese, è poi stato portato al pronto soccorso. Nei confronti del connazionale non sono stati presi provvedimenti in quanto si potrà procedere solo con la querela di parte.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.