Boxe e Parkinson, la crescita del progetto. In arrivo dagli Usa i responsabili mondiali del programma

Paola Roncareggi

Dall’America all’Erbese per consolidare ancora la collaborazione.
I prossimi 4 e 5 aprile una delegazione della casa madre di Indianapolis sarà in Italia, ospite di Rock Steady Boxing Como Lake, per effettuare il primo stage di addestramento italiano a Ponte Lambro. La due giorni si propone di completare il percorso formativo di terapisti, personal trainer, insegnanti di boxe e altre figure qualificate che vogliano aprire la propria palestra di boxe, senza contatto, contro il Parkinson.
Dopo averlo conosciuto e studiato negli Stati Uniti, il progetto sul Lario ha preso il via nel 2014, grazie a Tiberio Roda e a Paola Roncareggi e si è sviluppato nel corso degli anni. Paola Roncareggi conta un passato recente da sportiva di buon livello, è infatti l’ex capitana della squadra di pallavolo del Cs Alba di Albese, dove ha militato fino alla terza serie nazionale.
Chi fosse interessato a partecipare all’iniziativa del 4 e 5 aprile può contattare l’associazione comasca attraverso l’indirizzo email rsbcomo@gmail.com. Rock Steady Boxing Como Lake ha anche una pagina Facebook.
Chi parteciperà al corso potrà iniziare la formazione su tematiche quali la malattia, i sintomi, i benefici dell’attività fisica, la programmazione di un allenamento specifico, oltre alla valutazione dei pugili e la formazione boxistica. Il percorso prevede sia un primo training in italiano, che la formazione online in inglese, attraverso un seminario on-line certificato dalla casa madre.
Il tour 2020 di Rock Steady Boxing si propone di divulgare il metodo in tutta Europa, attraverso tre tappe: Norvegia, Irlanda e Italia, con l’opportunità di incontrare personalmente la head coach del programma, Kristy Rose Follmar, già pluricampionessa del mondo di boxe, impegnata dal 2006 nella diffusione del metodo.
Al suo fianco ci saranno Christine Mitchell Timberlake (direttore ricerca e sviluppo alla sede centrale di Indianapolis), e la nuova presidente Rock Steady Boxing, Amy DiStaulo.
«Un sogno che si avvera – commenta Tiberio Roda, presidente del sodalizio comasco – Già dal 2014 coltivavo questo desiderio: portare in Italia i coach che ci hanno formato e che da anni diffondono il metodo in tutto il mondo. Una splendida opportunità per consolidare il lavoro di questi anni nella diffusione del metodo in Italia, che con questa occasione spero possa moltiplicarsi e raggiungere molte più persone e località sul territorio nazionale».
«È un’opportunità straordinaria – sottolinea Paola Roncareggi – Quando nel 2014 Tiberio e io ci siamo recati negli Stati Uniti per apprendere il metodo, queste iniziative venivano organizzate solo nella sede di Indianapolis. Con questa formula si apre una nuova fase».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.