Briantea, la stella Brian Bell per puntare decisi alla Coppa Campioni

alt

Basket paralimpico – La Briantea sul mercato

Un acquisto che proietta l’Unipol Briantea 84 ai vertici europei: del resto l’obiettivo dichiarato della nuova stagione è la conquista della Coppa dei Campioni di basket paralimpico. Il che costituirebbe la ciliegina sulla torta nella stagione in cui la società brianzola festeggia i 30 anni di vita.
Il vulcanico presidente Alfredo Marson ha già previsto l’organizzazione di una serie di iniziative, ma nello stesso tempo l’obiettivo è di ben figurare a livello agonistico. E in questa

direzione va l’ingaggio dell’americano Brian Marceleus Bell, guardia-centro di 24 anni proveniente dall’Alabama, uno tra i più forti giocatori a livello mondiale.
«È un giocatore molto completo – spiega coach Abes, ora impegnato con la Nazionale svedese agli Europei di Francoforte – veloce, con un bel tiro, alto e con le braccia molto lunghe. Per lui è la prima esperienza in Europa, siamo sicuri che parleranno molto di lui quando lo avranno visto in azione».
Dal canto suo Brian, che arriverà in Italia con la moglie Diane e la figlia Kaylan Marie di un anno, è molto incuriosito dalla nuova esperienza: «Ho sentito che il campionato italiano è uno dei migliori al mondo. Sono felice di prendervi parte, non vedo l’ora di arrivare a Cantù. So che entrerò in una grande squadra che ha fatto molto bene nella passata stagione».
La Briantea, infatti, in questo 2013 ha vinto scudetto, Coppa Italia e Coppa europea Vergauwen. «Ho iniziato a giocare a basket in carrozzina perché ho sempre amato la pallacanestro – aggiunge Brian Bell – e dovevo trovare un modo per eccellere in questo sport, in qualunque condizione. La pallacanestro mi permette di competere ad alti livelli e rappresentare il mio Paese, gli Stati Uniti, sulla scena internazionale».
Bell ha iniziato a giocare a basket in carrozzina nel 2001, poco tempo dopo aver perso la gamba destra (sotto il ginocchio) in un incidente ferroviario: nel febbraio del 1999 Brian attraversò i binari senza accorgersi dell’arrivo di un treno che lo travolse. Nelle ultime tre stagioni Bell ha giocato nella squadra del Rehab Hospital of Indiana e, insieme al campione Usa Steve Serio, ha vinto due volte con i Pacers il campionato nazionale collegiale. Lo statunitense è nel programma della Nazionale Usa da quando aveva 16 anni. Con la formazione juniores è diventato campione del Mondo Under 23 nel 2009 a Parigi. «Sarebbe stato bello essere convocato per le Paralimpiadi di Londra, ma il mio obiettivo è sempre stato Rio 2016 – spiega il nuovo giocatore della Briantea Non penso di aver ancora ottenuto nulla: la cosa più bella è lavorare duro durante la stagione e vedere la mia dedizione ripagata nel campionato nazionale».

Nella foto:
«Brian è il miglior giocatore di college del Paese e probabilmente uno dei migliori tre in tutto il mondo», affermò il coach dell’Illinois Mike Frogley quando Brian Bell (nella foto) entrò a far parte della sua squadra universitaria nel 2006. Detto da uno che, alla guida della Nazionale canadese, ha vinto due volte l’oro paralimpico (nel 2000 e nel 2004, più un argento nel 2008) ed è stato campione del mondo nel 2006, è una referenza non da poco. Con questo giocatore la Briantea punta in alto in Italia e in Europa nella stagione agonistica 2013-2014

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.