Bronzo iridato, la gioia di Giorgi: «È stata una impresa epica, ho realizzato qualcosa di grande»

Eleonora Anna Giorgi Doha

Un momento magico per l’atletica comasca, con una storica medaglia mondiale arrivata ai Mondiali di Doha, in Qatar. È tempo di festeggiamenti per Eleonora Anna Giorgi, la brianzola che nella notte fra sabato e domenica ha conquistato il bronzo nella 50 chilometri di marcia.
«In queste ore mi sono resa conto di aver realizzato qualcosa di grande, che non immaginavo – ha dichiarato la 30enne cresciuta a Cabiate, ora residente a Milano – L’ho vissuta come un’impresa epica, se penso che in pratica il vincitore della gara maschile ha chiuso con un tempo che è il mio personale».
«Credevo che per un buon piazzamento fosse importante arrivare al traguardo, perché non tutte ce l’avrebbero fatta – ha aggiunto – Vedere atleti in difficoltà sul percorso mi ha un po’ preoccupata, ma io cercavo di tenere il mio ritmo e stare concentrata sulla strada».
L’unica nota di inquietudine, in questa fase, è la possibile esclusione della 50 chilometri di marcia femminile dalle Olimpiadi di Tokio 2020. Una specialità che Eleonora Anna ha deciso di praticare proprio in questo 2019.
«Oggi direi che vale la pena essere passata alla 50 chilometri, in una stagione che mi ha dato anche il record europeo – ha spiegato – Una scelta che rifarei mille volte, nonostante sia una gara veramente lunga, che anche in condizioni ottimali è sempre un’incognita e può succedere di tutto». Per quanto riguarda il discorso dei Giochi in Giappone del 2020, Giorgi ha detto: «Alle Olimpiadi vorrei gareggiare sulla 50 chilometri, se ci sarà, anche se immagino che a Tokyo le condizioni siano molto simili a quelle di Doha. Credo che le donne abbiano dimostrato di poterla fare. Ma sono aperta anche a un’eventuale 30 chilometri, una distanza in cui potrei dire la mia. Spero che sia presa una decisione molto presto, ma penso di non aver problemi a potermi qualificare anche nella distanza dei 20mila metri».
Ai social ha affidato, infine, un ringraziamento ai suoi tifosi. «Siete stati in tantissimi a scrivermi. Per ora vi ringrazio, poi avrò il tempo di leggere tutto» ha concluso l’azzurra, nella foto (Colombo/Fidal) durante i festeggiamenti.
E proprio nella giornata di oggi parte per Doha l’altro comasco convocato ai Mondiali, il rovellaschese Federico Cattaneo, velocista che fa parte della squadra nazionale di staffetta. Giovedì sono in programma le batterie della 4×100, venerdì l’eventuale finale, l’obiettivo della squadra azzurra, visto che la qualificazione varrebbe anche come pass per le Olimpiadi del prossimo anno.
Ma le soddisfazioni per l’atletica comasca non sono finite. Lo scorso fine settimana, infatti, in Puglia, il menaggino Massimiliano De Bernardi ha conquistato due ori nel Mondiale master di corsa in montagna.
A Gagliano del Campo (Lecce) il comasco si è imposto nella competizione M35; nella stessa categoria il team italiano ha conquistato il successo a squadre con lo stesso De Bernardi, Luca Benini e Ramon Pangrazio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.