Buca pericolosa in Napoleona. Il viadotto dell’Oltrecolle da oggi ritorna percorribile in entrambe le direzioni

alt La viabilità e i suoi nodi
(f.bar.) Riaprirà oggi, in entrambe le direzioni di marcia, il viadotto dell’Oltrecolle-canturina. Salvo imprevisti dell’ultimo momento, le auto torneranno dunque a percorrere il ponte come accadeva un tempo, prima dell’apertura del cantiere. Procedono, nel frattempo, anche gli ultimi lavori connessi alla realizzazione della Pedemontana.
Nel complesso delle opere accessorie e in fase di realizzazione è infatti anche previsto un collegamento dallo svincolo dell’Acquanera fino al Viadotto dei Lavatoi a Camerlata. 

 

Manca, attualmente, la parte interrata del secondo livello che sarà conclusa e accessibile con l’apertura della Tangenziale e quindi già da inizio anno.
Intanto, a pochi metri dal viadotto, in piena Napoleona, ieri mattina si è aperta all’improvviso una profonda buca.
Le prime segnalazioni sono arrivate in mattinata. Immediato l’intervento degli addetti che hanno posizionato una serie di transenne gialle. Provvedimento necessario per indicare la presenza di una buca dal diametro di circa 25-30 centimetri.
Le barriere si trovano sulla corsia a salire, verso Camerlata, poco prima dell’ex ospedale Sant’Anna.
Sul fronte viabilistico ieri non è stata una giornata semplice. È infatti stato un sabato da incubo sull’autostrada A9 dei Laghi per migliaia di vacanzieri stranieri di ritorno dalle ferie trascorse in Italia.
Una lunga coda di oltre 5 chilometri – in alcuni momenti della giornata si è arrivati addirittura a 9 chilometri di colonna – ha caratterizzato la mattinata e buona parte del pomeriggio in direzione della Svizzera, subito dopo la barriera di Grandate.
Ma i disagi, inevitabilmente, ci sono stati anche sulle strade della città, in particolare nelle ore pomeridiane. In tanti hanno infatti deciso di uscire proprio a Grandate dalla A9 per proseguire sulla viabilità normale.
E qui si è generato, in alcuni momenti, un vero e proprio caos viabilistico. Code da più parti sono state segnalate nel corso di tutta la giornata. A cominciare dalla Garibaldina a San Fermo della Battaglia, scendendo verso Monte Olimpino ed anche lungo la via Bellinzona e via Bixio per un rientro in città da incubo per molti comaschi.

Nella foto:
le transenne con cui è stata circoscritta la piccola voragine apertasi all’improvviso in via Napoleona (fotoservizio Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.