Buche, i rappezzi non partono nonostante il meteo

Asfalto ammalorato in via Amoretti

Le condizioni meteo sono decisamente favorevoli. Non una goccia di pioggia da giorni. Eppure gli interventi di manutenzione delle buche stradali sono ancora fermi al palo. Un paio di rappezzi in via Al Bassone ad Albate e in un paio di altre strade. Così si solleva la protesta da interi quartieri, in particolare nella zona di Como Nord. Da via Artaria a via Quasimodo e ancora da via Asiago a via Amoretti, via Viganò, via Comerio, via Castellini. L’emergenza buche a Como è fatta di crateri e voragini, ma pure di strade dissestate e avvallamenti che costituiscono un pericolo per chi viaggia con auto e moto, per i ciclisti e per gli stessi pedoni.

Dopo le prime segnalazioni e i servizi nel telegiornale di Etv e su queste colonne, il tam-tam è continuo. Sono quotidiane le segnalazioni di telespettatori e lettori di situazioni di rischio. Hanno iniziato i residenti di via Artaria. Ieri si sono aggiunti all’elenco i dissesti in via Quasimodo, gli avvallamenti pericolosi in via Catenazzi anche a causa dei numerosi rappezzi sull’asfalto e infine l’asfalto sconnesso in via Asiago.

Proprio su quest’ultima via è intervenuto lunedì sera in consiglio anche Paolo Martinelli, esponente della Lista Rapinese Sindaco, che ha presentato una mozione sulle condizioni in cui versa la pavimentazione stradale. Il documento, passato con 26 voti a favore, impegna «l’amministrazione cittadina a riasfaltare quanto prima via Asiago creando contestualmente marciapiedi e attraversamenti pedonali».

Sulla situazione delle strade cittadine è intervenuto l’assessore alla Viabilità di Palazzo Cernezzi, Vincenzo Bella.
«Stiamo effettuando una verifica complessiva, perché la situazione va affrontata – dice Bella – Abbiamo già avviato i lavori di sistemazione delle strade dividendoli in vari lotti. Il tema delle asfaltature va completato con la verifica anche dei sottoservizi che devono essere adeguati».

Poi conclude: «Bisogna avere il coraggio di fare interventi meno estesi ma più completi».

Il secondo lotto di interventi, del valore di 800mila euro, dovrebbe concludersi in primavera e tra le altre vie riguarda anche via Manara, via per San Fermo, via Amoretti e via Quasimodo. Il terzo lotto, del valore di un milione e 180mila euro, riguarda tra le altre anche via Asiago, via Zampiero, viale Innocenzo XI, via Gallio, piazza Matteotti e viale Rosselli.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.