Buon compleanno, Gianni Clerici

Gianni Clerici

Compie novant’anni Gianni Clerici, classe 1930, comasco definito da Italo Calvino “uno scrittore in prestito allo sport” e da Alessandro Baricco “l’uomo che sa più di tennis nell’intero pianeta”. Autore di romanzi, poesie, pièce teatrali e saggi che spaziano dallo sport all’arte, Clerici ha da poco dato alle stampe con Baldini+Castoldi 2084. La dittatura delle donne, un romanzo che lancia una sfida a George Orwell e al suo celebre “1984”.
Infaticabile e pieno di entusiasmo per lo sport non meno che per la scrittura, Gianni Clerici ha conosciuto le più grandi stelle del tennis e ha commentato, nelle indimenticabili telecronache con Rino Tommasi, i match che hanno fatto la storia.
Clerici, che vive a Bellagio, fu uno dei primi a praticare il tennis a Villa Olmo, sfidando chi, ai tempi, lo definiva una “signurina” per il fatto di preferire la racchetta al pallone di calcio.
A Villa Olmo ci fu l’incontro colpo di fulmine che segnò la sua vita: un’entusiasmante finale internazionale vinta da Valentino Taroni di Carate Urio, futuro campione italiano. Da quel momento il tennis si lega a doppio filo alla sua vita. Dalle cene con Borg agli aneddoti sulle sorelle Williams, all’incontro con una giovanissima Steffi Graf proprio sul Lago di Como, lo scrigno di ricordi di Gianni Clerici è impagabile. Senza alcun rammarico per non essere diventato un giocatore professionista: «Potevo fare il maestro – ha detto – ma ho cominciato a scrivere e mi andava bene così. La scrittura è la mia vita». Auguri Gianni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.